Farinata genovese



Una torta salata bassa con farina di ceci e dai svariati nomi: in Liguria Farinata, in Toscana Cecina, in Sardegna Faiè, in Sicilia Panelle, in Costa Azzurra Socca. Una ricetta povera davvero semplice e gustosa. La preparazione base è di una parte di farina di ceci e tre di acqua, lo spessore finale deve essere di 5 mm circa. La dose per una teglia classica di 30 cm è di 150 di farina di ceci, 450 ml di acqua e 45 di olio extravergine di oliva. Io oggi la propongo in una dose minima. La tradizione vuole la teglia di rame e la cottura nel forno a legna, ma anche nel forno di casa alla massima temperatura si hanno degli ottimi risultati.  




Ingredienti
dose per una teglia  di 24/25 cm
100 g di farina di ceci
300 ml di acqua 
30 ml di olio e.v.o. 
1 rametto di rosmarino
pepe 
sale 



Procedimento


Setacciare la farina di ceci e versando poco alla volta l’acqua fredda amalgamate bene il tutto (fate attenzione a non lasciare grumi), mettete dentro il rametto di rosmarino, coprite e lasciate riposare in frigo per almeno 4/5 ore fino ad arrivare a 10/12 ore. 

Riprendete la ciotola schiumate se necessario, aggiungete il sale, il pepe e mescolate. Versate l’olio in una teglia antiaderente e spargetelo per bene su tutta la superficie. Versate il composto facendolo scorrere sopra un cucchiaio di legno per evitare che tocchi direttamente  la teglia. 

Una volta versato il composto mescolare delicatamente con lo stesso cucchiaio di legno dall’esterno verso l’interno per tutta la superficie. Infornate a 240°C fino a doratura (aprendo più volte il forno per fare uscire il vapore). Servite tagliata a rombi o a quadrotti e una macinata di pepe. Accompagnate con verdure varie.




Nessun commento:

Posta un commento

Grazie per essere passato/a... se provi le ricette o vuoi un parere, lascia un commento.