Torta di pistacchi (ricetta brontese)



Approfittando del ritorno in Sicilia dopo una lunga assenza, ho colto l’occasione per andare in zone agricole dove si eleva la qualità di alcuni prodotti tipici. Fra questi, i pistacchi e le mandorle. E’ ben noto che i pistacchi migliori sono di Bronte (CT), ed è proprio lì che siamo andati per acquistarli e per avere dal produttore qualche dritta nell’utilizzo. Da casa eravamo partiti con un indirizzo (trovato in Internet ) che ci sembrava interessante e che si è rivelato tale. Inoltre la gentilezza e cortesia della persona che ci ha assistiti nell’acquisto, è stata veramente apprezzabile. Così con le sue conoscenze abbiamo scoperto le qualità e i metodi di lavorazione che utilizzano in questa azienda. Fatta questa premessa, eccomi a proporvi una torta (di origine brontese) fatta e rifatta più volte da mia cognata Grazia, a cui va la mia gratitudine. Ho modificato leggermente la ricetta prediligendo ingredienti biologici e senza tracce di glutine, dando modo così a tutti di apprezzare questo dolce tipico della tradizione siciliana. Da provare assolutamente!
Evergreen








Ingredienti

(Per uno stampo di 20 cm)
200 g di pistacchio di Bronte 
100 ml di olio e.v.o
170 g di zucchero di canna bio
2 cucchiai di amido di mais (maizena) o fecola di patate (*)
4 uova bio (separate)
1 bustina di lievito
la punta di un cucchiaino di estratto di vaniglia pura
un pizzico di sale

Procedimento

Per spellare il pistacchio velocemente: in un pentolino portate a bollore dell’acqua, versate i pistacchi, spegnete il fuoco e lasciate riposare coperti per 10 minuti circa (metodo efficacissimo), sgocciolateli e spellateli uno per uno.

Fate asciugare i pistacchi per qualche minuto in forno o sul fuoco in una padella antiaderente, appena si raffreddano tritateli finemente nel mixer.

Lavorate i tuorli con lo zucchero fino a renderli spumosi, aggiungete l’olio, il pistacchio tritato, la vaniglia, il sale, l’amido di mais e il lievito setacciati. Montate a neve gli albumi e amalgamateli con una frusta mescolando delicatamente dal basso verso l’alto. Infornate a forno (statico) preriscaldato a 160/170°C per 35/40 minuti (regolatevi con il vostro forno) con prova stecchino. Servite la torta fredda con una spolverata di zucchero a velo.

Nota

(*) Presta attenzione che il prodotto abbia la spiga sbarrata o che sia elencato nel prontuario AiC
Se vuoi c'è anche la versione mobile del prontuario AiC dei prodotti senza glutine, sempre aggiornato e comodo da consultare.



Evergreen (Bronte)
Avola


Acitrezza vista da Aci Castello
Aci Castello

40 commenti:

  1. E' possibile mangiare una fetta (o anche due) di quella bella torta riva mare?!
    E' quello che vorrei ora :-)

    RispondiElimina
  2. Io Adoro i pistacchi...Questa torta è fantastica!!!

    RispondiElimina
  3. che lavorone spellarli tutti.....ma che meraviglia!

    RispondiElimina
  4. Che colore spettacolare! E non voglio manco immaginare il sapore *_*

    RispondiElimina
  5. Ma sei matta a scrivere da "provare assolutamente"? Ti rendi conto di quante signore e signorine armate di piattino verranno a suonare alla tua porta per averne una fetta?
    Dovevi scrivere da fare e provare. Certo che tu te le cerchi!
    Ho letto gli ingredienti e la preparazione... i pistacchi li adoro. Quelli di Bronte sono difficili da trovare quassù, comunque ci provo. E' il genere di torta che piace a me: semplice, ma buonissima! Forse metterei meno lievito perchè con quelle dosi ho paura di sentirlo...sono un po' sensibile al sapore :o(
    Grazie per avermi fatto ricordare il mare di Avola.
    Bentornata Sara!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Effettivamente è meglio dire da "fare assolutamente"...se sei sensibile al lievito puoi provare a metterne meno, magari proverò anche io la prossima volta, comunque con questa dose non si sentiva. E' assolutamente il dolce che piace a te, è morbidissimo, umido e con il passare dei giorni (se non finisce prima) il gusto migliora... la qualità del pistacchio è fondamentale! Grazie Barbara ;)

      Elimina
    2. Si, per il lievito pensavo alla stessa quantità che uso per la torta allo yogurt, quindi togliere un cucchiaino raso dalla dose. E' un mio problema, gli altri dicono che non lo sentono, ma io si. La dose intera la uso solo se c'è 500 g di farina (compresa quella di frutta secca). Adesso che ho smesso di fumare lo sento ancor di più!
      Mi piacciono tanto gli ingredienti, è una bella base per diverse varianti. Per carità, con i pistacchi è il massimo, ma si potrebbero usare:
      - le mandorle di Avola
      - le nocciole delle Langhe
      - le noci
      - i pinoli
      mamma mia! Si vede che ha rinfrescato parecchio quassù!

      Elimina
    3. Certo largo alla fantasia, mi hai letto nel pensiero (o nella lista :D), con la scorta di mandorle di avola era gia in lista questa torta... non vedo perchè non debba venire bene, è solo una questione di dieta, dobbiamo prima smaltire un pò di dolci di pistacchi e mandorle ingurgitati durante queste vacanze... vedo che noi due quando si parla di golosità siamo in perfetta sintonia.
      Anche qui ha rinfrescato parecchio, meglio così.
      Buona giornata Barbara!

      Elimina
  6. Che bontà immagino il sapore sto arrivando!!
    Bellissime foto brava !
    Buona giornata bacioni!

    RispondiElimina
  7. Mamma che bellezza...la rifarò con i pistacchi locali, pazienza :-)

    RispondiElimina
  8. Sto sognando non solo una fetta di quella fantastica torta ma anche una mega scorta di quei pistacchi!!! Eccome se fanno la differenza! Un bacione, bentornata

    RispondiElimina
  9. Questi si che sono pistacchi..non quelle schifezze tutte rinsecchite che trovo io da queste parti..quanto mi piacerebbe averne un bel pacco come il tuo...la torta e meravigliosa..e con le tue splendide foto, oggi, in questa giornata buia e uggiosa, mi hai fatto riprendere un pò di fiato :) Ti abbraccio e ti auguro buona giornata !

    RispondiElimina
  10. Cominciamo dalla fine: in queste giornate fredde ed uggiose...le foto che hai postato fanno venire volgia di predere, mollare tutto e fuggire al sole e caldo!
    Buonissima la torta di pistacchi! Un tipo di frutta secca che adoriamo ...figurati farci un'intera torta così morbida e verde!!!
    complimenti.
    baci baci

    RispondiElimina
  11. MMMMMMMMMMMMMMMMMMH.. :P Buonissima,davvero deliziosa! Le foto sono stupende,che bello Acicastello :) Non l'ho mai visto. Sembra molto bello il posto,pure le foto,tutte colorate,che belle! Sei un'artista..che cuoca!!! :D Mmmmh,gnam! Davvero,ancora,complimentiiii! Ti é venuta davvero bene,è bellissima. UN ABBRACCIO! BUONA GIORNATA A TUTTI,
    Inco. ^_^

    RispondiElimina
  12. Mamma mia.. Io li adoro i pistacchi.. quelli di Bronte poi!!! è una magnifica torta! baci cara :-)

    RispondiElimina
  13. Dio mio che paradiso i pistacchi...li mangerei con tutto!!! gnammmmm...io qualche giorno fa ho fatto una sacher al pistacchio...passa a vedere se hai voglia!
    http://dolcementeinventando.blogspot.it/2012/09/sacher-al-pistacchio-per-unarietina.html

    RispondiElimina
  14. Ciao Cara Sar@, come stai?
    mamma mia che meraviglia questa torta di pistacchi :) cosa darei per avere una fetta...
    Un bacione e complimenti!
    Antonella.

    RispondiElimina
  15. Il colore di questa torta è meraviglioso. Il problema sarà trovare i pistacchi di qualità, dovrò vedere in qualche grosso centro commerciale!
    Grazie per la ricetta e le dritte qualità

    RispondiElimina
  16. Che meraviglia questi pistacchi,è evidente l'ottima qualità!Come ottima dev'essere questa torta,che come i pistacchi ha un colore bellissimo!!Un bacio Sara e brava come sempre!

    RispondiElimina
  17. Bella Avola, Bello aci castello
    e...
    BELLISSIMA la torta!!
    Ma come è possibile che io siciliana non conosco questa ricetta??
    Più pistacchiosa di così non può!!
    Mi ha rapita e quindi?? Tra le ricette da fare immediatamente! Complimenti.

    RispondiElimina
  18. questa torta è a dir poco squisita, brava, un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  19. sei stata molto vicina a me..peccato non averlo saputo in tempo..ultimamente latito...felice di sapere che la Sicilia Orientale ti sia piaciuta ..che dire del dolce...assolutamente perfetto!!! complimenti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sai Rossella ti ho pensata, mi sarebbe piaciuto conoscerti, magari possiamo organizzare la prossima volta... che ne dici? Come potrebbe non piacermi la Sicilia orientale... io sono nata a Catania! ;)

      Elimina
  20. Questa è una SUPER TORTA che ingredienti ragazzi!!!!!! Eche posti meravigliosi... Che mare.... Baci

    RispondiElimina
  21. Da siciliana e da celiaca ti ringrazio tantissimo! :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te Stefania! Se la provi fammi sapere come ti viene ;)

      Elimina
  22. Davvero bellissima! quel colore verde è stupendo!

    RispondiElimina
  23. sono proprio indecisa tra il mare e la torta, complimenti per le splendide foto. baci

    RispondiElimina
  24. Che meraviglia, la provo sicuramente!
    Complimenti per le foto, vien voglia di partire all'istante :)
    Un bacio

    RispondiElimina
  25. non sapevo che eri stata in sicilia.....quei pistacchio sono una vera goduria, quindi la torta sarà squisita. baci.

    RispondiElimina
  26. 20 giorni... poi tornerò in Sicilia... a distanza di un anno mi pare di essere assente da una vita, la mia scorta di pistacchi dovrà aumentare, prevedo che questa torta diventerà un must in casa mia...

    RispondiElimina
  27. la torta è perfetta!!! complimenti!

    RispondiElimina
  28. cara Sara adoro la Sicilia e vorrei tanto visitarla, i pistacchi non ti dico sono il mio frutto secco preferito, lo adoro e sicuramente lì avrai trovato il prodotto migliore; spero che evergreen venda anche online! la tua torta è perfetta, con l'olio deve essere anche leggerissima. un bacio e buon fine settimana. mony

    RispondiElimina
  29. è bello vedere un luogo che hai visto con gli occhi di qualcuno che conosci attraverso la lettura delle sue ricette :)
    magnifica torta.

    RispondiElimina
  30. Che dolce sorpresa conoscere ed esplorare il tuo blog..ritornata anche io dalle ferie siciliane ho fatto incetta di granella di pistacchio quindi penso che il tuo dolcino sarà presto sulla mia tavola!!A presto

    RispondiElimina
  31. uahhhoo!! da provareee!! ma scusa se uso la pasta di pistacchi anzichè il frutto...
    le proporzioni e i grassi variano.....mi aiuti a trovare la giusta combinazione?
    ho un barattolone di pasta pistacchi da usare e temo che se non calibro il tutto non mi viene la torta! graziee e complimenti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non ho mai messo la pasta di pistacchi, dovresti fare delle prove, magari ti regoli con la consistenza, se l’impasto dovesse risultare troppo morbido, aggiungi ancora un pò di amido di mais o di fecola di patate (senza esagerare), se la tua pasta è al naturale, i grassi non variano, sono comunque quelli che contengono i pistacchi secchi. Fammi sapere come ti viene!
      Grazie, a presto!

      Elimina
  32. Torta spettacolare, pistacchi di Bronte spettacolari, una sola curiosità, questi ingredienti per quale diametro di teglia sono giusti, la vorrei utilizzare come base di una torta decorata...bella idea eh? invece delle solite basi :)
    grazie mille!

    RispondiElimina
  33. ciao grazie per la ricetta magnifica, la vorrei provare come base per torta decorata, che diametro di teglia appartiene a queste dosi?
    grazie mille!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Eleonora, con questa dose puoi usare uno stampo di 22 cm, mentre con metà dose uno di 18 cm... considera che la torta non viene molto alta, ma tanto, tanto, tanto buona! Grazie, fammi sapere! :)

      Elimina

Grazie per essere passato/a... se provi le ricette o vuoi un parere, lascia un commento.