© Biancomangiare alle mandorle... ricetta siciliana


Ci sono tante varianti del noto biancomangiare, quello alla mandorla che vi propongo oggi è di origine siracusano, un classico, antico e tradizionale. Di solito si abbina alla frutta fresca che può variare secondo i gusti e la stagione, ottimo anche con granella di pistacchi di Bronte. Un dessert adatto anche ai più piccini per gli ingredienti sani e leggeri. Come addensante la mia scelta è andata sull’agar-agar, per una consistenza morbida e delicata, appropriata per un dolce da sformare.


Ingredienti
125 g di pasta di mandorle in panetto
500 ml di acqua
25 g di fruttosio*
1 cucchiaino di miele ibleo (il mio di acacia)
4 g di agar agar**
1 stecca di cannella
la scorza di limone non trattato (solo la parte gialla)
essenza di mandorle amare

Per decorare
1 cestino di more o altra frutta di vostro gusto
cannella in polvere


Procedimento
Tagliate a pezzettini la pasta di mandorle e scioglietela con una forchetta in poca acqua tiepida fino ad aggiungerla tutta. Mescolate in una casseruola l’agar agar con lo zucchero, aggiungete un pò alla volta il latte di mandorla, la scorza di limone, la stecca di cannella e l’essenza di mandorle. Fate cuocere per 3 minuti, togliete dal fuoco, eliminate la scorza di limone, la cannella e versate in uno stampo o in piccoli stampi precedentemente passati sotto l’acqua. Fate raffreddare in frigo per circa 3 ore o fino a completo rassodamento. Sformate in un piatto da portata, guarnite con le more o altra frutta fresca di vostro gusto e una spolverata di cannella.

Note
(*) con lo zucchero regolatevi secondo i vostri gusti.
(**) l’agar-agar può essere sostituito da 75 g di amido di mais (per una consistenza da sformare) cuocendo la crema fino a farla addensare. Per una crema morbida ne bastano 50 g.

Aggiornamento: per una consistenza ancora più morbida, l'agar-agar si può  diminuire a 3 g.




 
Con questa ricetta partecipo al contest di Imma di Dolci a gogò "Dolci al cucchiaio"






Ringrazio tantissimo Imma di Dolci a go go e la Fissler per aver premiato anche la mia ricetta nel loro bellissimo contest.

43 commenti:

  1. Bellissima presentazione, ottimo dolce!

    RispondiElimina
  2. Tesoroooooooooooooo questa mattina è partito nel mio blog il mio nuovo contest con i dolci al cucchiaio e Fissler e mi sa che con questo puoi partecipare subito è splendido!!!!Ti aspetto,baci,Imma

    RispondiElimina
  3. Buonissima la tua versione.. baci e buon lunedì .-)

    RispondiElimina
  4. Questo è uno di quei dolci che mi ha sempre incuriosita, ma che non ho mai assaggiato..occorre rimediare :)
    Buona giornata !

    RispondiElimina
  5. Risposte
    1. Hai ragione Memole, è buonissimo! Grazie ;)

      Elimina
  6. Che buono questo dolce! Una delizia!!
    Buona settimana!

    RispondiElimina
  7. super delizioso e golosissimo!
    baci e buona settimana
    Alice

    RispondiElimina
  8. Lo adooooroooo! Pensa che nel parco ci sono le more, sono ancora acerbe, ma le tengo d'occhio.
    Mi piace tantissimo la tua versione. Ho avuto la fortuna di mangiarlo proprio in Sicilia, fatto con il mitico panetto di pasta di mandorle. Per sfortuna quassù non lo trovo, ma forse è una fortuna perchè ne comprerei in continuazione per farci di tutto e di più!
    Un graaaande abbraccio cara Sara!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E già, è proprio una fortuna che non lo trovi! Sono tanto golosa anche io purtroppo! Un abbraccione carissima Barbara ;)

      Elimina
  9. il biancomangiare è uno dei pochi dolci che non ho ancora fatto, nè assaggiato...devo rimediare...

    RispondiElimina
  10. un dolce sicuramente ghiottissimo ed una presentazione molto,molto bella :))!!ha ragione ,Imma..è eccezionale,come dolce al cucchiaio..complimenti e bacioni,cara^;*

    RispondiElimina
  11. Bravissima! ti faccio i complimenti per la ricetta perchè è veramente bella e ben fotografata.Bonne journée

    RispondiElimina
  12. Ciao Sara, quanta eleganza che sprigiona il tuo dessert!
    Complimenti!


    Cara sto partecipando col mio blog ad un concorso ti andrebbe di regalarmi un piccolissimo voto? Basta andare qui http://www.marioragona.it/blog/
    e cliccare su "Il Fantastico Mondo di Antonella" e poi su vota.
    Te ne sarei grata mancano solo pochi giorni!
    Un bacione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certo cara, già fatto! Un bacione ;)

      Elimina
  13. fantastica questa versione siracusana! sei bravissima, che goduria di ricetta!
    in bocca al lupo per il contest.

    RispondiElimina
  14. Un dolce sicuramente buonissimo, proverò questa versione, complimenti!
    Un abbraccio!

    RispondiElimina
  15. non l'ho mai assaggiato ma deve esser di sicuro delizioso ^_^ avevo sentito il nome me non sapevo che fosse un dolce in particolare :)

    RispondiElimina
  16. Che buono! Lo mangerei un sacco volentieri oggi dopo cena...

    RispondiElimina
  17. ottimo, raffinato, bello... e anche gluten free (a patto di usare pasta di mandorle garantita senza glutine, ovviamente)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fai benissimo a ricordarlo... Grazie cara!

      Elimina
  18. Une excellente version aux amandes
    Bonne journée

    Valérie.

    RispondiElimina
  19. buonisssssssimo ed elegantissimo! Brava! Dessi

    RispondiElimina
  20. Favoloso questo dolce!!!! complimenti Sara!!!!

    RispondiElimina
  21. Molto buono ed invitante!

    Ciao, Ennio.

    RispondiElimina
  22. mmm che ricettina e che blog stupendo!mi unisco ai tuoi lettori.
    passa a trovarmi:
    dolcementeinventando.blogspot.it

    RispondiElimina
  23. Che buono che dev'essere! ... Presentazione e foto stupende!

    RispondiElimina
  24. Complimenti davvero impeccabile!!Ciao mi unisco ai tuoi lettori.Eleonora

    RispondiElimina
  25. ciao ho inserito la ricetta, per essere valida la devi ripubblicare, grazie, fammi sapere.

    RispondiElimina
  26. Complimenti!!! ti ho scoperto grazie al contest e mi fa piacere rimanere iscritta qui da te!!!:)
    passa da me se ti va!!

    RispondiElimina

Grazie per essere passato/a... se provi le ricette o vuoi un parere, lascia un commento.