Pizza croccante alla Norma (light e a lunga lievitazione naturale)



Quando arriva la stagione delle melanzane, ecco che raffiora la  Norma nei miei piatti, così dopo la pasta e la parmigiana fredda non poteva mancare la pizza alla Norma, che in alcuni ristoranti catanesi chiamano “Bellini”, ovviamente sempre in versione light e a lunga lievitazione (in questo caso naturale). Nulla da invidiare alla classica Norma con melanzane fritte… più leggera, gustosa, ma soprattutto sana. 




Ingredienti
(Per 3 pizze tonde)
430 di farina 0 bio
70 g di semola di grano duro rimacinata bio
120 g di lievito madre (o un cucchiaino di lievito di birra secco)
280-300-330 g di acqua (o quella che assorbe la vostra farina
1 cucchiaino di malto d’orzo (o miele o zucchero di canna)
1 cucchiaino di olio e.v.o
1 cucchiaino di sale rosa o integrale (regolatevi secondo i gusti)

Per il condimento
passata di pomodoro q.b
2-3 melanzane tonde scure
olio e.v.o
un pizzico di peperoncino (o pepe)
ricotta salata q.b
origano
basilico
sale 



Procedimento

Setacciate le farine nella ciotola della planetaria (o a mano), spezzettate il lievito madre, aggiungete il malto e lavorate l’impasto versando l’acqua un pò alla volta, appena il tutto è amalgamato, aggiungete il sale, continuate a lavorare fino ad avere un impasto liscio ed elastico (15 minuti circa). 

Rovesciate l’impasto sul tavolo da lavoro, fate le pieghe a libro (o a tre), prima da un verso e poi dall'altro incalzate le pieghe verso il basso ruotando l’impasto con le mani fino a formare una palla. Ponete l’impasto in un contenitore unto di olio e coprite ermeticamente (o con pellicola trasparente). lasciatelo maturare in frigo per 24-48 ore.

Trascorso questo tempo, riprendete l’impasto dal frigo, lasciate acclimatare. Rivoltate l’impasto sul piano di lavoro, dividetelo in tre parti uguali e adagiate ogni pezzo in teglie circolare oliate. Allargate ogni impasto (con le mani unte) dal centro verso l’esterno fino a ricoprire tutta la superficie delle teglie, lasciate lievitare ancora per 30 minuti.

Intanto lavate e tagliare a fette (o a tocchetti) le melanzane, mettetele a bagno in acqua e sale per circa 10/15 minuti, sciacquatele, sgocciolatele e asciugatele. Fate arroventare sul fuoco una griglia, spennellate di olio le fette di melanzane grigliatele da ambedue i lati senza farle bruciare e mettetele da parte.

Condimento: Versate il pomodoro in una ciotola, condite con sale, peperoncino, origano, e mescolate bene. Mettete adesso un leggero strato di pomodoro condito in ogni pizza, distribuite sopra le fette di melanzane grigliate e un filino d’olio. Infornate a 240-250°C nella 2° tacca superiore del forno per 10-12 minuti (regolatevi con il vostro forno) o fino a lieve doratura. Servite con una generosa grattugiata di ricotta salata e qualche foglia di basilico fresco.

Note


Potete utilizzare la base di questa pizza anche con altri condimenti di vostro gusto.


Con il lievito madre potete anche evitare la lunga lievitazione facendo però lievitare l’impasto per almeno 4 ore fuori dal frigo.




Pieghe a libro o a tre



Vi potrebbe interessare:

Pizza semintegrale alla parmigiana

7 commenti:

  1. Sono le undici ed è quasi ora di pranzo e tu non sai cosa darei per averla qui adesso questa pizza deliziosamente invitante e tutta per me!!Ha un aspetto divino credimi Sara è una vera tentazione!!Bacioni,Imma

    RispondiElimina
  2. Che buona deve essere la tua pizza. Io in questo periodo ne sto sfornando proprio tante. Devo provare questa versione.
    Bacioni.

    RispondiElimina
  3. Che bontà questa pizza!! Che fame mi fa venire!!

    RispondiElimina
  4. Ciao, decisamente perfetta questa pizza croccante come base delle melanzane alla norma! Una ricetta sfiziosa e decisamente estiva con le melanzane appena colte dall'orto e dell'ottima ricotta salata.
    baci baci

    RispondiElimina
  5. hai mai provato la farina di farro integrale per la pizza? anche io la faccio a lunga lievitazione e ultimamente uso il lievito madre essiccato..
    questa tua pizza è stupenda...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ancora no, ma se la provi fammi sapere come ti viene... Grazie "pasticciona" :)

      Elimina

Grazie per essere passato/a... se provi le ricette o vuoi un parere, lascia un commento.