Pasta alla Norma (versione leggera)



Un piatto tradizionale della città di Catania. Si narra che il commediografo Nino Martoglio, dopo aver assaggiato la prima forchettata di questa pasta, disse alla signora che la preparò “chista è ‘na vera Norma” (questa è una vera Norma) esprimendo tutta la bontà di questo primo piatto e fu così che venne battezzato, in omaggio a Vincenzo Bellini. Oggi io vi propongo la versione leggera, la ricetta originale vuole le melanzane fritte, tagliate a tocchette o a fette.


Ingredienti
(per 4 persone)
320 g di di spaghetti (o maccheroni)
2-3 melanzane lunghe
400 g di pomodorini ciliegino
1 spicchio di aglio
ricotta salata q.b.
basilico
olio e.v.o.
peperoncino (o pepe macinato fresco) q.b.
sale


Procedimento
Lavate e tagliare a tocchetti le melanzane, mettetele a bagno in acqua e sale per circa 10/15 minuti, sciacquatele sgocciolatele e asciugatele.. Mettete le melanzane in una padella antiaderente e grigliatele senza olio mescolandole spesso con una paletta, fino ad ottenere una cottura uniforme. Versate adesso due cucchiai di olio nella padella e continuate a cuocere mescolando fino a completare la cottura. Mettete da parte le melanzane.

Nella stessa padella fate dorare lo spicchio d’aglio con un pò di olio, aggiungete i pomodorini lavati e tagliati a metà, fate cuocere pochi minuti. Intanto lessate la pasta in abbondante acqua salata, scolatela al dente e saltatela nella padella con la salsa di pomodoro e le melanzane preparate precedentemente. Servite con una generosa spolverata di ricotta salata e basilico spezzettato a mano.


Nota

Varianti sulla salsa: i pomodori si possono immergere prima in acqua bollente, poi privati dalla pellicina, svuotati dai semi, acqua di vegetazione e tritati grossolanamente.



Nessun commento:

Posta un commento

Grazie per essere passato/a... se provi le ricette o vuoi un parere, lascia un commento.