Pizzette vegane con melanzane e peperoni



Dopo una lunga pausa iniziata con una breve vacanza in Sicilia, si fatica un pò a ricominciare, voglio così sbloccare questo meritato riposo con una proposta alquanto sfiziosa... pizzette alle melanzane e peperoni. Spesso cambio le farine, ma l’impasto resta sempre a lunga maturazione e con pochissimo lievito. Leggero anche il condimento con le verdure senza mozzarella... Lo trovo perfetto anche per la classica pizza.






Ingredienti
(per la pasta per pizza)
400 g di farina 0 bio
60 g di farina di semola rimacinata bio
40 g di manitoba bio
300-330 g (circa) di acqua appena tiepida
1 cucchiaino di malto di riso (o malto d’orzo o zucchero di canna)
1 cucchiaino di olio e.v.o
1 cucchiaino di sale
olio e.v.o. q.b
1 g di lievito secco disidratato (o 60g di lievito madre se l’impasto viene lasciato maturare in frigo 24-48h, altrimenti se volete realizzarle in giornata 100g di LM o 3-3,5 g di lievito di birra secco facendo lievitare fino al raddoppio).

Per il condimento
4 melanzane
4 peperoni rossi (oppure 2 rossi e 2 gialli)
polpa di pomodoro q.b
olio e.v.o
basilico
origano
sale
pepe (facoltativo)


Procedimento

In una ciotola versate le farine setacciate. In un'altra ciotolina sciogliete il malto e il lievito in un pò di acqua tiepida (presa dal totale), mescolate bene e versate nelle farine aggiungete l’olio e l’acqua a filo, impastate e dopo aver amalgamato bene, aggiungete il sale, lavorate l’impasto fino a ottenere una palla liscia, Fate alcune pieghe del 2 tipo rivoltatelo con le pieghe verso il basso formando una palla, mettetelo in un contenitore unto di olio, coprite con il coperchio o con pellicola trasparente. Dopo circa 30 minuti di riposo fate maturare l’impasto in frigo per 24h. Trascorso questo tempo, riprendete l’impasto dal frigo, lasciate riposare a temperatura ambiente per un’ora. Rivoltate l’impasto sul piano di lavoro e dividete in più pezzi (secondo la misura che preferite) senza lavorarlo. Tirate con le mani in forma circolare, mettete i singoli pezzi nelle teglie oliate (o ricoperte di carta forno) e allagate con le mani unte d'olio. Lasciate lievitare nel forno spento per 15 minuti prima di condire.

Condimento: Lavate e tagliate a dadini le melanzane lasciateli a bagno con acqua e sale per 15-20 minuti. Sgocciolate e asciugate le melanzane, mettetele in una padella antiaderente e grigliatele senza olio mescolandole continuamente con una paletta di legno, fino ad ottenere una cottura uniforme. Versate adesso poco olio nella padella e continuate la cottura mescolando fino ad una leggera rosolatura.

Lavate e arrostiti i peperoni, (Io li metto sopra una piastra rigirandoli spesso) metteteli ancora caldi in un sacchetto per alimenti fino a farli raffreddare (sarà più facile spellarli). Pulite i peperoni togliendo pelle, semi e filamenti, tagliateli a strisce, fateli sgocciolare dalla loro acqua e conditeli con poco olio un pizzico di sale e un pò di origano.

Versate la polpa di pomodoro in una ciotola, conditelo con poco olio, sale, pepe, origano e mescolate bene. Mettete adesso un leggero strato di pomodoro in ogni pizzetta, distribuite sopra alcuni dadini di melanzane e alcuni filetti di peperoni (volendo si può aggiungere un filino di olio), infornate a forno caldo a 240°C fino a doratura. Servite le pizzette calde con foglioline di basilico fresco.



Nota

1 g  di lievito di birra secco si può sostituire con 3 g di lievito di birra fresco.
3,5 g di lievito di birra secco si possono sostituire con 12,5 g di lievito di birra fresco.





16 commenti:

  1. sembrano soffici soffici e di certo sono sfiziosissime :)
    mi hai messo voglia di farle!

    RispondiElimina
  2. un bel ritorno!
    Addenterei lo schermo..
    ciao.

    RispondiElimina
  3. Sara tesoro saranno anche semplici ma sono super stuzzicanti e sfiziosissime!
    bacioni
    Alice

    RispondiElimina
  4. Ciao cara Sara..devo dire che questa ricetta me la segno alla grande assolutamente!

    RispondiElimina
  5. Bentornata carissima Sara!! e alla grande con queste pizzette!!!! Grandeeeeee!! a presto!

    RispondiElimina
  6. queste pizzette dicono proprio mangiami mangiami.
    io poi amo ogni variazione della pizza.
    a presto nahomi

    RispondiElimina
  7. Spero ti sia piaciuta la sicilia :) Ma penso di si perchè queste pizzette sono proprio mediterranee e io da siciliana che sono le metto subito tra i preferiti, mi sono piaciute proprio tanto!

    RispondiElimina
  8. buonissime queste pizzette!!! eh sì val pena la lievitazione a freddo, rende l'impasto uno spettacolo:-)

    RispondiElimina
  9. Ho comprato da poco delle farine bio e non vedo l`ora di adoperarle magari mi lancio proprio con queste meravigliose e stuzzicanti pizzette sane e saporite!!! Un bacio grande.
    Imma

    RispondiElimina
  10. Che voglia di pizza che mi metti. Anche io la faccio a lievitazione lenta. Tutta un'altra cosa.
    Bacioni.

    RispondiElimina
  11. Bentornata Sara , che bontà, sono tornata da poco anche io , piano piano si ricomincia !
    Un abbraccio!

    RispondiElimina
  12. sono proprio belle. e mi ricordano le pizzette -buonissime- che fanno nel forno dietro casa, che erano molto simili, senza mozzarella, e che mi piacevano molto. anche l'aspetto è simile. sono anni che non le posso mangiare, mi viene voglia di provare la tua versione.
    approvo anche la lunga maturazione dell'impasto, viene decisamente più buono.
    bello!

    RispondiElimina
  13. ma come sono perfette..buone buone..

    RispondiElimina
  14. Ciao sara!!! ma che belleeee e sicuramente buone!!

    RispondiElimina
  15. quanto mi invogliano queste pizzetteeeeeeeeeee, un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina

Grazie per essere passato/a... se provi le ricette o vuoi un parere, lascia un commento.