Biscotti Pasquali (aceddu cu’ l’ova) della tradizione catanese



Un dolce che si prepara a Catania nel periodo pasquale, chiamato uccello con le uova poichè la forma più comune rappresenta appunto la colomba con le uova, ma le sagome possono essere varie secondo la creatività del momento. La tradizione è diffusa in tutta la Sicilia e sia le forme che i nomi cambiano secondo le provincie: “cuddura cu’ l’ova” (corona con le uova), “pupi cu’ l’ova” (bambole con le uova), “panareddi di Pasqua” (cestini di Pasqua), “campanari” (campane), “vaccareddi” (lumache)... è consuetudine donarli ad amici e parenti, come simbolo di buon augurio e gesto di affetto. Vivendo ormai da molto tempo a Roma, ho voluto riproporre questa usanza, realizzando così sagome varie e tanti biscotti da confezionare e regalare che, al di là della tradizione, rimangono comunque dei deliziosi biscotti da inzuppo.






Ingredienti
550 g di farina 00
100 g di farina di semola rimacinata
200 g di burro (oppure strutto)
250 g di zucchero
4 uova bio
la punta di un cucchiaino di vaniglia bourbon
la scorza di 1 arancia (oppure limone) non trattata
20 g di lievito per dolci (oppure 6 g di ammoniaca per dolci sciolta in un pò di latte tiepido)
latte q.b
una presa di sale
uova sode (quantità a piacere)

Per decorare
confettini colorati
1 uovo sbattuto per spennellate

Procedimento
Bollite le uova e fate raffreddare. Intanto prepariamo la frolla: sul tavolo da lavoro o in una grande ciotola, mettete la farina e il lievito setacciati, aggiungete il burro freddo tagliato a pezzettini e cominciate a sfregarlo con la farina usando la punta delle dita (fate attenzione a sfregarlo sempre con la farina altrimenti il burro si scalda troppo). Quando avete ottenuto uno sfarinato, fate una fontana con al centro un’ampia vasca dove metterete lo zucchero, il sale, la vaniglia, la scorza di arancia grattugiata e le uova. Mescolate con una forchetta questi ingredienti, senza prendere la farina, una volta amalgamati raccogliete la farina che avete intorno (meglio se usate una spatola per non scaldare il burro), versate il latte necessario (versatene poco alla volta) fino a rendere l’impasto omogeneo e liscio, fate una palla, avvolgetela nella pellicola e ponete in frigo per 30 minuti circa.

Prendete dal frigo un pezzo di impasto alla volta (per non scaldare troppo l'impasto), modellate le forme a piacere, si possono  fare delle sagome di colombe, campane, cestini, cuori e intrecci vari (mentre li realizzate pensate a chi volete donarli e personalizzate a piacere), inserite le uova sode con una leggera pressione (fate attenzione a non rompere il guscio), incrociate sopra l’uovo delle strisce di pasta per bloccare il tutto. Se invece volete realizzare i biscotti, spianate la pasta poco alla volta sulla carta forno infarinata, a 1 cm di spessore e tagliate con le forme che preferite: ovale, campane, papere, colombe, conigli, pulcini o quello che vi suggerisce la fantasia. Rimpastate i ritagli unendoli ogni volta a un nuovo pezzo di pasta, fino a completare tutte le forme, mano mano che tagliate i biscotti adagiateli in una teglia ricoperta di carta forno. Spennellate i dolci con l’uovo sbattuto e distribuite sopra i confettini colorati.
Infornate a 180°C per 15-20 minuti o fino a doratura (regolatevi con il vostro forno). Confezionate i dolcini con carte o bustine trasparenti e infiocchettate con nastrini colorati.



Buona preparazione!
Ti potrebbero interessare:
Biscotti pasquali a forma di uovo

18 commenti:

  1. Ma quanto sono belle tesoro el voglio assolutamente provare per Pasqua e sono certa che sono anche buonissime, davvero non ho dubbi:D!!Bacioni,Imma

    RispondiElimina
  2. Ma che carini che sono così allegri con i confettini colorati. La colombina con l’uovo è deliziosa. Un bacione, buona settimana

    RispondiElimina
  3. Mi ricordano tanto le cuzzupe calabresi, bellissimi!
    passavo per invitarti al mio nuovo contest:
    http://www.dolcementeinventando.com/2013/03/per-un-anno-di-blogun-nuovo-contest.html#comment-form
    TI ASPETTO!

    RispondiElimina
  4. Troppo carini Sara,...decisamente Pasquali!!!!
    Bacioni
    Federica

    RispondiElimina
  5. Bellissimo poter imparare le tradizioni di altre regioni tramite le ricette.
    Questi biscotti non li conoscevo ma sono troppo carini sia quelli con l'uovo sia quelli senza!

    RispondiElimina
  6. Wowww ma come son belli e colorati!!! baci e buon inizio settimana :-)

    RispondiElimina
  7. Ormai la Santa Pasqua sta bussando alle porte...
    Questi biscotti sono davvero deliziosi...
    golosi, colorati, primaverili...

    A presto
    monica


    (fotocibiamo)

    RispondiElimina
  8. ma che carina questa idea, ottimi e allegri sanno di festa li potrei preparare per i miei invitati a Pasqua, anzi deciso li preparo sicuro!
    baci
    Alice

    RispondiElimina
  9. Sono bellissimi! Ho fatto quelli con la farina di farro, poi li posto,
    baci.

    RispondiElimina
  10. BELLISSIMI SANNO PROPRIO DI PASQUA!

    RispondiElimina
  11. :-) immancabili in questo periodo! A Palermo li chiamiamo Pupi cu l'ova, perchè a volte questi biscottoni si preparano a forma di omino o donnina! Un abbraccio!

    RispondiElimina
  12. TOC TOC..PASSA DAL MIO BLOG...c'è una sorpresa per te !!! =)

    RispondiElimina
  13. Che belli ricordi di quando ero bambina. Sono proprio questi i biscotti, che faceva la mia mamma a Pasqua.
    Sono buonissimi.
    Non mi resta che farti tanti auguri di buona Pasqua.
    Incoronata

    RispondiElimina
  14. bellissimi!!!
    mi mettono allegria!

    RispondiElimina
  15. bellissimi e buonissimi!!!! brava anche tu e soprattutto prodighiamoci per conservare, sempre vive, le tradizioni!!!!
    un abbraccio!!!!!

    RispondiElimina
  16. ciao sara!!! buoniiiii e bellissimiii una bella idea per pasqua che non conoscevo ^_^ baci

    RispondiElimina
  17. Quanto è bello conoscere queste tradizioni!!!!! Splendidi e golosissimi, grazie della ricetta!

    RispondiElimina
  18. Semplici ma molto allegri a vedersi...senz'altro da rifare per domenica!

    RispondiElimina

Grazie per essere passato/a... se provi le ricette o vuoi un parere, lascia un commento.