Bomboloni con crema pasticcera



Nonostante non ami friggere, non potevo sottrarmi dal fare i favolosi bomboloni alla crema di Paoletta. A proposito di fritto, devo dire che questo è così asciutto che ho fatto fatica a fare aderire lo zucchero in superficie, oltretutto in cucina non ci sono stati ne schizzi e ne odori, anzi tutt’altro, in casa c’era un profumo buonissimo. Ho eseguito la sua ricetta e i suoi consigli alla lettera (tranne alcune preferenze) ed il risultato è semplicemente perfetto... mentre la ricetta della crema pasticcera è di Luca Montersino, questa però l’ho leggermente modificata, più che altro l’ho appena alleggerita di uova e zucchero.







Ingredienti
200 g di farina 00
200 g di manitoba
50g di burro
70 g di zucchero (il mio di canna semolato)
100 g di acqua
130 g di latte
10 g di lievito di birra fresco (per me 3 g di lievito di birra secco)
la buccia di una arancia o limone (per me arancia)
1 cucchiaino di vaniglia home-made o i semini di un baccello
1 tuorlo bio
olio di semi di arachide per friggere (per me extravergine di oliva)

Procedimento

Per il pre-impasto: setacciate le due farine. Mettete l’acqua in una ciotola e fate sciogliere bene il lievito, versate 100 g di farina, presa dal totale e mescolate giusto il tempo per amalgamare il tutto. Coprite con la pellicola e lasciate riposare per 1 ora.

Nel frattempo tirate fuori da frigo il burro, dovrà essere morbido.
Quando il pre-impasto è pronto versatelo in planetaria o, se impastate a mano, in una larga ciotola. Aggiungete 1 o 2 cucchiai di farina e iniziate a mescolare bene, aggiungete il tuorlo e metà dello zucchero.
A questo punto alternate latte e farina (meno una cucchiaiata) fino ad esaurimento, infine mettete il sale.
Impastate bene sia a mano che nella planetaria (per almeno 25’), fino a che l’impasto sarà elastico e incordato. Aggiungete la vaniglia, la scorza di arancia grattugiata e alla fine il burro, poco alla volta, sempre impastando con energia, fino a che l’impasto sarà lucido ed elastico, quindi bene incordato. Se lo prendete in mano dovrà tendersi come una corda ma non spezzarsi, se impastate a mano non dovrà essere appiccicoso.
A questo punto mettetelo a lievitare in una ciotola ben coperto per circa 1 ora e 45’.

Nel frattempo preparate la crema.



Per la crema pasticcera 

di “Luca Montersino” da me rivisitata
Ingredienti
400 g di latte fresco

100 g di panna fresca
150 100 g di tuorli bio
150 100 g di zucchero (per me di canna semolato)
20 g di amido di mais
17,5 20 g di amido di riso
i semi di 1/2 baccello di vaniglia (o a vostro gusto la buccia di limone non trattata)



Procedimento

Portate a bollore il latte con la panna e i semi di vaniglia. In una planetaria o con la frusta elettrica montate i tuorli con lo zucchero fino a ottenere una consistenza spumosa. Incorporate gli amidi (setacciati) sempre montando. Passate con un colino il latte dai semi di vaniglia, rimettete sul fuoco. Versate il composto sopra il latte bollente e aspettate che si formino dei piccoli “vulcani” causati dal latte bollente, amalgamate bene il tutto con la frusta. Togliete dal fuoco, versate la crema in una ciotola, copritela con la pellicola trasparente a contatto della crema stessa e ponete in frigo.
Nota: dopo un lungo riposo in frigo frullate la crema con frullatore a immersione e il risultato sarà come in foto.


Passata l’ora di lievitazione, infarinate la spianatoia e rovesciate l’impasto lievitato, sgonfiatelo bene e fate le pieghe del tipo 2. Fatelo riposare 40’ minuti con la chiusura sotto, coperto da pellicola.
A questo punto spianate la palla con il mattarello allo spessore di 1 cm e 1/2 e tagliate i bomboloni con coppapasta. I ritagli di pasta impastateli di nuovo, fate riposare 10’ l’impasto e tagliate ancora. Coprite con pellicola e fate lievitare ancora 1 ora.

Friggetele in un pentolino con almeno tre dita di olio, 1 o 2 alla volta (io uno alla volta) a 170°C, se non avete il termometro o una friggitrice, controllate l’olio con il manico di legno di un cucchiaio, quando farà le bollicine bianche attorno, è pronto, immergete il bombolone dalla parte che stava a contatto della pellicola, scolateli bene su carta assorbente e rotolateli nello zucchero semolato, farciteli con la crema pasticcera.

Se non volete friggerli tutti e subito, tagliateli e metteteli subito in un vassoio coperti di pellicola, poi in frigo a circa 7/8 gradi, si possono lasciare al massimo 12 ore.
Una volta tirati fuori dal frigo, aspettate che riprendono la lievitazione, ci vorrà circa 1 ora,

Io li ho tagliati con un coppapasta di 7cm ed ho ottenuto 17 bomboloni.

Consigli (di Paoletta)

Iniziate impastando con 100/110 g di latte, specie se impastate a mano, ma ricordate che se riuscite a metterne 130 g l’impasto ne gioverà e i bomboloni saranno delle soffici nuvolette da riempire di crema profumata.

Tra una frittura e l’altra, togliete sempre dal fuoco, una ventina di secondi, il pentolino, perchè l’olio continua a scaldare e vi ritroverete, altrimenti, i bomboloni, bruciati fuori e crudi dentro.

I bomboloni devono cuocere lentamente (ma non troppo) per permettere all’interno di cuocersi, quindi il trucco è questo: se quando li immergete si doreranno lentamente senza scurirsi subito, l’olio è giusto, altrimenti scansate il pentolino dal fuoco.



Buona preparazione!


27 commenti:

  1. Una meraviglia questi tuoi bomboloni che voglia di farli..belli belli
    ciao

    RispondiElimina
  2. Tesoro e questi devo prepararli quest'anno...come te non amo friggere quindi ho sempre rimandato al massimo preparati al forno anche se fritti sono un altra cosa e dopo questa visione mi lancerò con la ricetta di Paoletta che come te è una garanzia!!!Bacioni,Imma

    RispondiElimina
  3. Anch’io non amo friggere ma ai bomboloni di Paoletta ho ceduto un paio d’anni fa e meritano davvero uno strappo alla regola. Devo sempre provare la crema col metodo Montersino, sono troppo curiosa :) Un bacione, buona giornata

    RispondiElimina
  4. O_O Sara???? che hai deciso??? mamma mia i bomboloni alla crema!! Che ricordi.. sarà una vita che non ne mangio!!! Son perfetti.. anche la crema quanto è bella liscia!!! Un bacio e buona giornata ;-)

    RispondiElimina
  5. Irresistibili, fanno venire voglia di friggere. Condivido le sostituzioni.
    Ti abbraccio!

    RispondiElimina
  6. ...............sono svenuta....spettacolari!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  7. Ma tu non puoi farci questo! postare una leccornia simile di prima mattina ...è da svenimento!
    Se è buono solo la metà di quanto è bello ed invitante è favolosamente goloso!
    Sono estasiata!
    Bacioni
    Alice

    RispondiElimina
  8. i bomboloni con la crema sono i miei preferiti!!!brava devono essere super^^!

    RispondiElimina
  9. io invece ho sempre voglia di friggere, purtroppo spesso non si può, questi però li faccio, anche perché le ricette di Paoletta sono una garanzia, riescono sempre...la panna nella crema non mi piace molto, già è buona perché aumentare le calorie?...ciao carissima

    RispondiElimina
  10. Saretta questi sono meravigliosi!!! segno subito..ma mi piacerebbe assaggiare anche questi subito...come si fa??

    RispondiElimina
  11. mmmm veramente molto buono!!!
    la foto fa venir voglia di dare un morso!!!
    brava!!!
    al prossimo post Nahomi

    RispondiElimina
  12. Mamma mia Sara che buono il bomboloneeee! Non posso mangiarlo, ma vorrei tantissimo!
    Anch'io ho alleggeritola crema di Montersino... non uso neppure la panna, anche se immagino sia più buona ed uso meno zucchero e uova. Va beh... più che altro uso la tecnica di cottura che è geniale!
    17 bomboloni... peccato tu sia lontana!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Effettivamente con la panna è 'na goduria!
      Anche io devo evitare i grassi, ma una volta ogni tanto si può fare!
      La tecnica di cottura è favolosa... è proprio un peccato non essere vicini di casa! :)

      Elimina
  13. ciao Sara, qualche giorno fa ho preparato i doughnuts, i cugini americani dei bomboloni, e anche il mio fritto era così asciutto che per far aderire lo zucchero ho dovuto spennellarli di burro fuso!
    Questa ricetta la devo copiare, il risultato è strepitoso! e anche la crema ha un aspetto magnifico!
    a presto e buona giornata!

    RispondiElimina
  14. Troppo belli, li ho fatti anche io tempo fà da rifare che buoni!!
    bellissimo da azzannare il pc :P
    bacini!

    RispondiElimina
  15. Mannaggia Sara ora basta vedere blog di cucina!!!! Diavoletto tentatore che bontà è mai questa????? Vado a mangiare i miei mandaranci!!! Baci

    RispondiElimina
  16. Sono tornata a vedere due volte... non ero sicuro di aver visto bene... Sara ha fritto?! Impossibile ;) e invece hai ceduto anche tu! Anch'io non amo friggere ma per carnevale cerco sempre di "sforzarmi". Questi bomboloni, e la crema all'interno, sono un invito a trasgredire alla dieta. Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahahahah, sei troppo forte... che ridere! in effetti è un evento raro :D
      Ciao Bella! :D

      Elimina
  17. ecco, su uno di questo mi ci tufferei di faccia!! Un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  18. questi bomboloni mi incollano allo schermo!! :-P

    RispondiElimina
  19. che meravigliosa bontà...ma sai che ho lo stesso piatto???è della maisons du monde, vero? che voglia di bomboloni!!!! ciao sara!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il piatto è molto bello, ma non so se è uguale al tuo, il mio non è firmato!
      Grazie Ale! :)

      Elimina
  20. Che delizia questo bombolone alla crema! :) Io in genere li preparo sia con la crema che con la Nutella... Sono entrambi buonissimi! Buona serata!! :)

    RispondiElimina

Grazie per essere passato/a... se provi le ricette o vuoi un parere, lascia un commento.