Pesto di radicchio e topinambur



l topinambur è un tubero dalla consistenza della patata e con un delicato sapore che ricorda il carciofo. Per me è stata una vera scoperta, lo utilizzo spesso in varie preparazioni. L’accoppiata con il radicchio la ritengo sublime, non pensavo di ottenere un pesto così gustoso, sono sicura che apprezzerete molto questo mio esperimento.



Ingredienti
per 4 persone
200 g di radicchio di Verona
100 g di topinambur
50 g di mandorle pelate
1 scalogno
50 g di pecorino romano
un pezzetto di zenzero fresco
olio e.v.o. q.b.
sale

Per la pasta
320 g di spaghetti (o altri formati di pasta possibilmente liscia)



Procedimento

Togliere le foglie esterne del radicchio, tagliate a metà nel senso della lunghezza, lavare bene sotto l’acqua corrente aprendo un pò le foglie, sgocciolare, tagliare a fette nel senso della larghezza e mettere da parte. Lavare e pelare il topinambur e tagliare a dadini, pelare e tagliare sottilmente lo scalogno.

Per prima cosa fare stufare/cuocere in poca acqua (senza olio) lo scalogno e il topinambur per alcuni minuti mescolando, aggiungere il radicchio e portare a cottura le verdure lasciandole leggermente umide

Mettere nel bicchiere del frullatore a immersione le verdure, lo zenzero tagliato in piccoli pezzetti e le mandorle, frullare con olio fino a rendere il composto cremoso, in ultimo aggiungere il formaggio grattugiato.

Lessare la pasta in abbondante acqua salata, sgocciolare ancora umida e condire con il pesto preparato precedentemente, se necessario aggiungere un pò di acqua di cottura della pasta, mescolare e servite subito.


Nota

Il formaggio lo possiamo sostituire con il lievito alimentare in scaglie, oppure con il mix grattugiato, in questo modo diventa un piatto vegano altrettanto gustoso, adatto anche a chi ha problemi di colesterolo alto.




Nessun commento:

Posta un commento

Grazie per essere passato/a... se provi le ricette o vuoi un parere, lascia un commento.