© Confettura di mele cotogne



La mela cotogna si presta molto in questa preparazione per l’elevato contenuto di pectina, un addensante naturale, utile per accorciare i tempi di cottura. E’ un frutto molto duro e quindi necessita di una precottura. Si adopera per preparazioni dolci, mostarde, gelatine, ma anche per insaporire piatti a base di carne. Che dire, è una delle mie confetture preferite, la trovo squisita. Questi barattoli vestiti a festa, facevano parte delle delizie regalate a Natale, un dono assai gradito.



Ingredienti
2 kg di mele cotogne (1,400 kg di polpa passata al netto)
700 g di zucchero di canna bio (500 g per 1 kg di polpa al netto)
1 limone
scorza di arancia e/o limone grattugiata bio
1/2 cucchiaino di cannella (o vaniglia pura)
250 ml di acqua


Procedimento

Lavate accuratamente le mele cotogne con uno spazzolino per togliere ogni traccia di peluria. Togliete i semi e tagliatele a spicchi senza togliere la buccia, mettetele nella pentola a pressione con il succo di limone e l’acqua. Cuocete per 20 minuti (se usate una pentola tradizionale la cottura sarà più lunga, quindi bisogna aumentare la dose dell’acqua).

Passate le mele al setaccio o nel passaverdure con il poco liquido rimasto dalla cottura. Pesate la polpa (la mia era 1.400 kg), mettete la polpa in una pentola di alluminio o acciaio, aggiungete lo zucchero, la cannella, la scorza degli agrumi e cuocete mescolando continuamente per evitare che si attacchi sul fondo della pentola. Dopo circa 40 minuti verificate la densità e togliete dal fuoco. Invasate ancora bollente in barattoli lavati e sterilizzati e capovolgeteli fino al completo raffreddamento oppure con la bollitura in pentola: mettete un canovaccio sul fondo della pentola, appoggiate i barattoli sul canovaccio, copriteli  completamente con acqua fredda. Cuocere per 40 minuti (dall’inizio del bollore) e lasciateli raffreddare in acqua. Una volta raffreddati assicuratevi che le capsule dei barattoli si siano abbassate.

Buona Preparazione!


12 commenti:

  1. Adoro questa marmellata con il suo gusto piacevolmente asprigno. Mi intriga l'aromatizzazione con arancia e cannella. Un bacione, buona settimana

    RispondiElimina
  2. Ho scoperto da poco le mele cotogne e la cotognata ma mi manca la confettura quindi mani in pasta che devo provarla ormai è amore a prima vista!!!Bacioni,imma

    RispondiElimina
  3. Ho assaggiato una volta quella confezionata.. una vera delizia.. quindi immagino che bontà la tua home-made!!! baci e buon lunedì :-)

    RispondiElimina
  4. Che spettacolo questa confettura...bellissima idea che hai avuto regalando i vasettini!! Complimenti!!
    Buona giornata!

    RispondiElimina
  5. Deliziosa!!!...ottima da spalmare sulle fette biscottate a colazione!!! ^_^

    RispondiElimina
  6. una volta ho provato, ho sbagliato le dosi ed è venuto una muro più che una marmellata.... vedendo la tua mi vien voglia di riprovare!
    baci
    Sandra

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Daaaai, riprova con questa ricetta, viene buonissima!
      Grazie Sandra :)

      Elimina
  7. sara!! buona!!! la proverò ^_^

    RispondiElimina
  8. Sembra davvero buona, a me piacciono tanto questi tipi di confetture, sopratutto in una fetta di pane con la ricotta spalmata!

    RispondiElimina
  9. Ottima! Una delle mie preferiti, solo che io me la sono fatta per me, ma regalata è un'ottima idea!

    RispondiElimina
  10. E' una delle mie preferite, ma non ho mai aggiunto arancia e cannella: me lo devo ricordare per il prossimo autunno!
    A presto, Claudette

    RispondiElimina
  11. Ciao Sara! Anche a me piace molto la confettura di mele cotogne. Deliziosa l'idea di aggiungere un tocco speziato e profumato... preferirei all'arancia :)

    Giornata grigia, ma devo andare a camminare... ciao cara!

    RispondiElimina

Grazie per essere passato/a... se provi le ricette o vuoi un parere, lascia un commento.