Strudel di mele viennese... Cucinare nelle Dolomiti



Uno strudel con un classico ripieno di mele, ma con una pasta che non avevo mai provato prima, sono rimasta sorpresa sia sulla facilità di esecuzione che sulla bontà, a me è piaciuta molto. L’impasto dopo il riposo risulta molto elastico, quindi si riesce benissimo ad allargare con le mani fino a rendere la pasta sottilissima, inoltre questa pasta è leggerissima e si può utilizzare anche per strudel di ciliegie, di albicocche, di verdure, di patate ecc. La ricetta l’ho trovata qui.




Strudel di mele viennese
Per 1 strudel
Per la pasta tirata
150 g di farina (la mia 00 senza lievitanti)
60 ml di acqua tiepida
1/2 uovo (30 ml)
1 cucchiaio di olio (per me e.v.o.)
1/2 cucchiaio di aceto bianco
burro per spennellare la pasta


Procedimento 
Mescolare in una ciotola la farina con l’acqua, l’uovo, l’olio, sale e l’aceto bianco. Impastate gli ingredienti sul piano di lavoro in modo da ottenere una pasta liscia. Spennellare la pasta con un pò di burro olio e farla riposare per 20/30 minuti a temperatura ambiente. Stendete la pasta con il mattarello su una superficie infarinata e poi con le mani  per renderla sottilissima.


Per il ripieno
4 mele di media grandezza
1/2 limone 
2 cucchiai di rum
1 presa di scorza di limone grattugiata
50 g di pane grattugiato e leggermente abbrustolito nel burro
20 g di uva sultanina (ne ho messa 40 g)
10 g di pinoli (ne ho messi 20 g)
1 presa di cannella
30 g di gherigli di noci spezzettati (mia aggiunta)
60 g di zucchero ( per me 50 g di zucchero di canna)
burro fuso per spennellare lo strudel


Procedimento
Sbucciate le mele, tagliatele sottili e marinateli con il succo di limoni. 
Stendete la pasta tirata sottilissima. Cospargete un terzo della pasta con il pane grattugiato abbrustolito nel burro, adagiate le mele mescolate precedentemente agli altri ingredienti, spennellare il resto della pasta con il burro fuso, chiudere, sigillare bene i bordi e disporla su una teglia imburrata o rivestita di carta forno. Spennellare la superficie dello strudel con il burro e cuocere in forno a 180°C per 35 minuti. Fate intiepidire e spolverate con zucchero a velo.


Correzione: la pasta prima del riposo si spennella con olio e non con il burro come avevo scritto sopra.

Nota 
Per chi volesse prepararlo con la frolla per strudel, vi riporto la ricetta tratta dallo stesso libro:


Pasta frolla per strudel 

Ingredienti
Per 1 kg di pasta
250 di burro
250 di zucchero a velo o semolato
1 presa di scorza di limone grattugiata
1 bistina di zucchero vanigliato
1-2 cucchiai di latte
2 uova bio
500 g di farina
1/2 bustina di lievito in polvere
1 pizzico di sale


Procedimento

Impastate velocemente in una ciotola il burro (non deve essere freddo), lo zucchero vanigliato fino ad ottenere una massa omogenea (il burro deve essere completamente assorbito nell'impasto). Aggiungete le uova ed il latte, inglobare la farina ed il lievito in polvere ed impastate. Prima dell'uso fate riposare la pasta per 1/2 ora.













41 commenti:

  1. Adoro lo strudel e poi le noci le vedo veramente bene. Per cortesia mi aiuiti? La pasta deve essere impastata velocemente o molto lavorata e incordata. Anche se mi piace da impazzire, lo strudel, mi incute un riverenziale timore.
    Grazie 1000 e buona settimana

    RispondiElimina
  2. Uno dei miei dolci preferiti! E il tuo ha un aspetto meraviglioso!
    Baci! Silvi

    RispondiElimina
  3. che buono lo strudel.. non vedo l'ora di tornare in alto adige per mangiarlo appena sfornato..
    complimenti per la tua ricetta!

    RispondiElimina
  4. vedere lo strudel mi porta a capire che siamo nella stagione fredda e con questo dolce ci riscalda il cuore!

    RispondiElimina
  5. @angicook: la pasta l'ho impastata a mano fino a rendere un impasto liscio, è importante l'acqua appena tiepida e il riposo per poterla stendere bene... prova è molto semplice da fare.
    Fammi sapere!! Grazie! un abbraccio

    RispondiElimina
  6. Ottimo il tuo strudel!!!!! io oramai uso un impasto senza uovo col quale mi trovo benissimo.. ma il tuo è una bella alternativa e poi mi piacciono anche le noci nel ripieno, non ci ho mai pensato!!!! buona giornata .-)

    RispondiElimina
  7. Che bontà!!!!...bravissima!!!

    RispondiElimina
  8. Quanto mi piace lo strudel (esisterà mai un dolce che non mi piace! :P ) Questo impasto è da provare, di solito uso la sfoglia.

    Baci!

    RispondiElimina
  9. che strudel!!!!! che bontà il tuo ripieno e molto curioso l'uso dell'aceto nell'impasto, devo provarlo! un bacione cara! Ely

    RispondiElimina
  10. meraviglioso, poi la foto ne esalta la bontà.

    RispondiElimina
  11. particolare come ricetta di pasta, però dalla tua foto si vede che è molto buona.. e poi, con il ripieno che hai fatto tu... è favolosa

    RispondiElimina
  12. Adoro lo strudel!! E il tuo è così invitante che... quella fetta la mangerei molto volentieri!!
    Ciao e buona settimana!

    RispondiElimina
  13. Lo strudel mi piace molto. Ho letto varie ricette per la pasta, la tua mi incuriosisce per la presenza dell'aceto.

    RispondiElimina
  14. Lo strudel è imbattibile e un dolce che adoro!!La pasta l'ho provata anch'io e devo dire che in effetti non è difficile da stendere anzi, quindi prendo una bella fettona e mi consolo oggi con una bella tazza di tè:-)!!!baci,Imma

    RispondiElimina
  15. Che meraviglia. Lo strudel e' uno dei miei dolci preferiti!

    RispondiElimina
  16. ma lo sai che stavo cercando una ricetta per fare lo strudel di mele? questa si che è telepatia!!!
    lo provo nei prossimi giorni, sembra ottimo :P
    bacioni

    RispondiElimina
  17. Che buono lo strudel di mele, il tuo, poi, è una favola!
    Un abbraccio!

    RispondiElimina
  18. Ti dico solo che quella in foto e' una monoporzione appena sufficiente per me!

    RispondiElimina
  19. Mamma mia, che bontà!!! Io amo i dolci alla frutta!

    RispondiElimina
  20. Bellissimo strudel li adoro è tanto che non o faccio !!
    bravissima è favoloso
    baci Anna

    RispondiElimina
  21. Bella presentazione ee è anche troppo buono! Ciao

    RispondiElimina
  22. Sai che per i Santi volevo fare uno strudel?! Mi sa che proverò la tua versione ... mi piace un sacco l'aggiunta delle noci nel ripieno :) bacioni

    RispondiElimina
  23. è un dolce che adoro ti é venuto una favola!!

    RispondiElimina
  24. Questo strudel è perfetto! Sembra proprio quello che si mangia lassù sulle dolomiti...ah, che buon sapore...e che profumino! E' golosissimo! E ti è venuto magnificamente! Complimenti!

    RispondiElimina
  25. adoro lo strudel, e non l'ho mai preparato, intanto mi gusto con gli occhi una fetta del tuo, ti è venuto benissimo!!!

    RispondiElimina
  26. mai fatto e muoio di invidia ! stupendo

    RispondiElimina
  27. Mi hai fatto venire una fame... è divino!!

    RispondiElimina
  28. buonissimo lo srudel, saranno più di 2 anni che non ne faccio uno, me l'hai fatto tornare in mente!

    RispondiElimina
  29. non l'ho mai fatto, ma recentemente qualcuno in rete mi ha dato il LA con idee che non posso trascurare, e dalltronde, che sia un dolce da non perdere lo conferma la tua ricetta: bella bella!

    RispondiElimina
  30. Adoro gli strudel e quel profumino che emanano da forno,ma non so perchè non mi vengono mai come dico,quindi ci rinuncio,però una bella fetta la mangerei più che volentieri!

    RispondiElimina
  31. Lo abbiamo fatto ieri sera al corso di cucina io, maurizio e Davide. Versione salata, ma la prossima volta sarà dolceeeee! Troppo buono!
    Bellissimo Sara :)

    RispondiElimina
  32. ciao sara questa e'il vero strudel d, bellissimo complimenti, grazie per la ricetta, questo dolce ha 100 varianti perche' ognuno lo fa a modo suo, bacioni a presto rosa buona giornata.)

    RispondiElimina
  33. Lo strudel è una ricetta della tradizione di casa nostra....perchè piace a tutti....ognuno di noi ha la preferenza pezzo da mangiare....e così finisce in un baleno....splendida la tua ricettina.....

    RispondiElimina
  34. gnam..che bontà, una ricetta da provare!!
    Dai un’occhiata al mio blog, e se ti piace seguimi, mi farebbe davvero molto piacere, ti aspetto!

    Give away sul mio blog!
    Cosa mi metto???

    RispondiElimina
  35. Questa te la rubo, colesterolo free!
    Ti abbraccio!

    RispondiElimina
  36. in una parola: magnifico!!!!!!!!!baci!

    RispondiElimina
  37. ciao, complimenti è bellissimo! volevo chiederti un favore, sono appena tornata dalle dolomiti e mi hanno dato la ricetta dello strudel di mele e credo sia stata fotocopiata da questo libro, poichè è riportato solo il ripieno potresti cortesemente darmi la ricetta dell pasta frolla (qui dice pag. 408)? il mio indirizzo è gabrimestice@gmail.com grazie!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Siula, eccoti accontentata, come puoi vedere ho copiato sul post la ricetta che ti interessa, tratta dallo stesso libro. Fammi sapere come ti viene!
      Grazie per essere passata a presto! ;-)

      Elimina
    2. grazie mille Sara, sei stata gentilissima! ho portato con me le mele del trentino e non vedo l'ora di fare una prova...sarà il mio primo strudel! ciao
      Gabry

      Elimina
    3. Grazie a te Suila, buona preparazione! :)
      A presto!

      Elimina

Grazie per essere passato/a... se provi le ricette o vuoi un parere, lascia un commento.