Cassata siciliana al forno

 

La cassata al forno è il simbolo della cucina siciliana  una vera e propria prelibatezza, un dolce tipico della cucina dell’isola. Esistono due varianti principali della cassata: la cassata al forno e la cassata classica.

La cassata al forno si differenzia da quella classica per il fatto che viene cotta al forno, solitamente rivestita da uno strato di frolla che racchiude una farcitura di ricotta dolce e gocce di cioccolato fondente, infine decorata con una incisione di rombi su una spolverata di zucchero a velo. La cassata classica invece, non viene cotta al forno ma viene lasciata riposare in frigorifero per alcune ore prima di essere servita. Inoltre, la cassata classica ha uno strato di pan di Spagna imbevuto di liquore e una farcitura di ricotta dolce e canditi, presenta un involucro di pasta reale, rifinita con una festosa decorazione di frutta candita.

La cassata al forno ha un sapore intenso e dalla consistenza soffice e cremosa. La pasta frolla croccante si sposa perfettamente, con la morbida crema di ricotta e le gocce di cioccolato fondente, creando un connubio di sapori e consistenze che conquisterà tutti gli amanti dei dolci della tradizione siciliana.

L’origine della cassata è incerta, ma si ritiene che risalga al periodo della dominazione araba in Sicilia. La parola “cassata” deriverebbe infatti dal termine arabo “qas’at”, che significa “vaso” o “recipiente”. Poichè in passato il dolce veniva preparato all’interno di un recipiente di terracotta. Nel corso dei secoli la ricetta della cassata è arricchita da influenze e ingredienti provenienti da culture diverse, tra cui quella spagnola e quella francese.

La cassata è diventata uno dei simboli della cucina siciliana e viene spesso consumata durante le festività religiose, come il periodo di Pasqua e la festa di Santa Lucia, ma viene preparata anche in ogni occasione di festa.

 

Ingredienti per la frolla all’olio
per uno stampo da 18 cm h 6 cm
260 g di farina 0
20 g di fecola di patate
60 g di zucchero
70 g di olio delicato (o 85 g di burro)
2 uova
la scorza grattugiata di 1 limone (edibile)
3 g di lievito in polvere per dolci
una presa di sale

Per la farcitura

500 g di ricotta di pecora asciutta
60 g di zucchero a velo
60 g di gocce di cioccolato extra fondente
50 g di biscotti secchi (o pan di Spagna) sbriciolati
vaniglia pura q.b

Per la decorazione

zucchero a velo q.b

Procedimento


Per la pasta frolla all’olio: in una ciotola capiente (o sul piano di lavoro), mettere le farine e il lievito setacciati, fare una fontana con un'ampia vasca al centro, versare lo zucchero, il sale, le uova, l’olio, e la scorza di limone grattugiata. Mescolare con una forchetta questi ingredienti, senza prendere la farina, una volta amalgamati raccogliere la farina che avete intorno, fino a rendere l’impasto omogeneo e liscio,  l’impasto non deve appiccicare alle mani, se necessita aggiungere ancora farina 0 (dipende da quanto assorbe la farina e dalla misura delle uova). Formare un panetto sul piano di lavoro spolverato di farina.

Per la pasta frolla all’olio non serve il riposo in frigorifero, ma se per vostre esigenze volete prepararla un pò in anticipo, avvolgere il panetto in pellicola da cucina e mettere in frigo fino al momento dell’utilizzo.

Stendere 2/3 di pasta frolla sulla carta forno fino a coprire le pareti della teglia, ribaltare nello stampo spennellato di olio e infarinato, ritagliare l’eccesso di frolla intorno al bordo della teglia. Punzecchiare la base con i rebbi di una forchetta e riporre in frigo fino a quando non avete pronto il ripieno.

Per la crema di ricotta: la sera precedente mettere a scolare la ricotta e mettere in freezer le gocce di cioccolato (il congelamento delle gocce serve per non fare sciogliere troppo il cioccolato in cottura).
 

Passare in un passino la ricotta e mescolare insieme allo zucchero a velo e la vaniglia, incorporare le gocce di cioccolato e amalgamare il tutto. Mettere nella base di frolla metà dose dei biscotti sbriciolati versare la ricotta, livellare e finire con l’altra metà di biscotti sbriciolati.
 

Stendere la pasta frolla rimasta e chiudere la cassata, sigillare bene il bordo tutto intorno, bucherellare la superficie con i rebbi della forchetta. Infornare a forno preriscaldato a 190°C (funzione statica) per 45 minuti circa. Fare raffreddare completamente e sformare rivoltando la cassata con la parte sotto a vista. Guarnire con una spolverata di zucchero a velo e rifinire con il dorso del coltello, segnando delle strisce a rombo.

La cassata al forno si conserva in frigorifero fino a 4 giorni.

Nota


Questa pasta frolla l’ho preparata con l’olio al posto del burro, ma se siete amanti del burro,
Qui il procedimento, in questo caso si può anche 
omettere il lievito in polvere per dolci.




 


2 commenti:

  1. Questa cassata siciliana al forno è semplicemente incantevole! Ti è venuta perfetta e la foglia della fetta, così ricca di ripieno, fa venir voglia di allungare la mano e rubarla... magari si potesse!!
    Adoro la ricotta di pecora ed ogni volta che vedo questo dolce mi viene voglia di provare a farlo. Poi, chissà perché, mi butto sempre su altro.
    Non vedo momento migliore per provare la tua ricetta!
    Ti farò sapere.
    Un grande abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie cara, allora aspetto la tua cassata.
      Un grande abbraccio a te

      Elimina

CONTENUTI E FOTO SONO COPERTI DA COPYRIGHT ©