Pane integrale con lievito madre



Non ricordo più l’ultima volta che ho acquistato il pane… Impastare mi rilassa molto, oltretutto è un piacere gustare un buonissimo pane, sempre a lievitazione naturale e con maturazione in frigo. Quello che propongo oggi, ha lo stesso procedimento del pane di semola, con dosi leggermente superiori, per praticità trascrivo la ricetta. Il risultato è ottimo nonostante abbia usato solo farina integrale, ma il merito va al lievito molto attivo e alla farina di ottima qualità.


Ingredienti
640 g di farina integrale macinata a pietra bio
450 g circa di acqua
150 g di lievito madre rinfrescato attivo (o 2-3 g di lievito di birra secco)
un cucchiaino di miele (o malto o zucchero di canna)
1 cucchiaino di sale (o secondo il gusto personale)


Procedimento

Rinfrescate 2 volte a distanza di 3-4 ore. Spezzettate il lievito madre, fatelo sciogliere con un pò di acqua presa dal totale (io ho usato la planetaria). Aggiungete il miele e la farina setacciata, versate l'acqua poco per volta, appena l’impasto è amalgamato aggiungete il sale (io ne uso poco, quindi regolatevi con i vostri gusti) continuate a lavorare fino ad avere un impasto liscio ed elastico (15 minuti circa). Rovesciate l’impasto sul tavolo da lavoro, fate per due volte le pieghe a libro (o a tre) incalzate le pieghe verso il basso ruotando l’impasto con le mani fino a formare una palla. Ungete la base di un contenitore con coperchio, mettete dentro l’impasto e coprite ermeticamente (o con pellicola trasparente). Ponete in frigo e lasciatelo maturare per 24 ore.

Riprendete l’impasto dal frigo e lasciate ambientare in un luogo tiepido. Rivoltatelo sul piano di lavoro, formate una pagnotta (senza sgonfiare, altrimenti roviniamo il lavoro fatto nella lunga maturazione) sigillando bene la chiusura. Spolverate con la farina, posizionate la pagnotta nella teglia con la chiusura delle pieghe sotto. Con una lama tagliente incidete la superficie, coprite con uno strofinaccio e lasciate lievitare in un luogo tiepido per 30-40 minuti circa (dipende dalla temperatura che c’è in cucina).

Portate il forno ad una temperatura di 240°C (funzione statica) con una ciotolina di acciaio. Versate l’acqua nella ciotolina, infornate e lasciate cuocere per 15 minuti, abbassate la temperatura a 220°C e lasciate cuocere per altri 15 minuti. Infine abbassate a 200°C per altri 15 minuti. Sfornate il pane, adagiatelo sulla griglia del forno con lo sportello aperto, lasciate raffreddare del tutto prima di tagliarlo.




17 commenti:

  1. Mi sembra di sentire il profumo che arriva dal monitor..davvero fantastico Sara!!Un bacione,Imma

    RispondiElimina
  2. Che mondo sarebbe senza pasta madre!?!?! Ottima ricetta, te la frego SUBITO! Qualche giorno fa cercavo proprio un pane integrale con pm, ma non trovando nulla di soddisfacente stavo quasi per arrendermi e fare il solito bianco o misto, quindi grazie davvero, ti farò sapere come verrà!!

    Se ti interessa da domani parte un contest dedicato alle crostate, le ricette vincitrici si porteranno a casa dei kit di prodotti al farro biologici (dell'azienda Prometeo Urbino) ed inoltre potranno entrare nel nostro e-book con i relativi link a pagine e/o siti.
    Se ti interessa questo è link dove trovare tutte le info.

    http://www.ilgolosomangiarsano.com/articoli/contest-crostate/

    RispondiElimina
  3. una sola parola...meraviglioso!
    baci
    Alice

    RispondiElimina
  4. è il secondo pane che vediamo e che invidiamo ^_^ ci piaceeee

    RispondiElimina
  5. l'ingrediente che manca nella mia cucina è proprio il lievito madre, perchè non lo so utilizzare e alcune volte che l'ho avuto l'ho lasciato morire, dimenticandomi di rinfrescarlo, il tuo pane è favoloso! Un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  6. Bellissimo! Anche a me impastare rilassa e non compro più pane! D'altronde è più economico farselo in casa che acquistarlo. Il prezzo del pane è' arrivato alle stelle.
    Baci.

    RispondiElimina
  7. ora che sono entrata anch'io nel tunnel della pasta madre, mi segno la ricetta! ;)

    RispondiElimina
  8. Bellissimo pane! Io non possiedo la pasta madre però sono tentata dal provarlo con il lievito secco. Volevo chiederti se l impasto lo fai lievitare in una pentola o se con teglia intendi la lastra del forno :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Alice, la prima lievitazione in frigo, la faccio fare in un capiente contenitore di plastica con coperchio.
      La seconda lievitazione la faccio fare dopo aver dato la forma, direttamente in una leccarda da forno, io ne uso una rettangolare da pizza, anche perchè spesso faccio il filone (lo trovo più pratico). Se invece vuoi fare la cottura in pentola, ti metto il link per vedere come fare:
      http://www.dipastaimpasta.it/2013/01/pane-senza-impasto.html
      Se non sono stata chiara riscrivimi. Grazie Alice! :)

      Elimina
    2. Sei stata chiarissima :)! Prossimamente provo questo pane è bellissimo e poco impegnativo. Vedremo cosa uscirà :-P

      Elimina
  9. Complimenti!!! Anch'io sono pasta madre dipendente..e ho trovato il tuo blog per caso, cercando qualche info sulla lievitazione della semola...fai dei pani stupendi, nonostante le farine meno forti!!! Complimenti davvero, ti seguirò!!!
    Serena

    RispondiElimina
  10. Ciao, bel pane, complimenti.
    Consiglio: Fare 2 barattoli di pasta madre, uno con farina bianca o semi-bianca e uno con farina integrale o segale? Io alle volte faccio il pane bianco o semi-bianco, altre integrale o semi-integrale. Cosa mi consigl`? Grazie:-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Paoletta, io di solito rinfresco il lievito sempre con la stessa farina, anche quando lo uso con la farina integrale, quindi io ti consiglierei di fare così. Fammi sapere se lo fai, magari inviami una foto così la metto nella sezione "Rifatte da voi" ti aspetto! Grazie a te :)

      Elimina
  11. Ciao, complimenti per il pane e grazie per la ricetta!!
    Io ho preparato in questi giorni la pasta madre con farina integrale e volevo chiederti se secondo te devo metterne di più rispetto a quella con farina bianca?
    In altre ricette ho visto che usano 300 g di pasta madre per 1 kilo di farina integrale. Secondo te sono troppo 300g?
    Posso lasciarlo lievitare fuori dal frigo? e per quanto tempo?

    Grazie ancora!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, puoi utilizzare tranquillamente 300 g di lievito madre, se non fai la lunga lievitazione aiuta a lievitare prima. Lascia lievitare l'impasto fuori dal frigo per almeno 4 ore in un luogo riparato da correnti d'aria (va bene anche nel forno spento con la lucina accesa se fa freddo)). Trascorso questo tempo, forma il pane (per la procedura segui la ricetta), coprilo con un telo e lascia lievitare fino al raddoppio, incidi la superficie e inforna come da ricetta. Spero di essere stata chiara, fammi sapere. Grazie a te per i complimenti!

      Elimina

Grazie per essere passato/a... se provi le ricette o vuoi un parere, lascia un commento.