lunedì 22 febbraio 2021

La Fregolotta veneta



La fregolotta (o sfregoeta) è una torta secca della tradizione veneta, da non confondere con la torta sbrisolona che è molto più ricca di ingredienti. La Fregolotta è un dolce di solo farina e zucchero intrisi nella panna, quest’ultima conferisce friabilità e gusto. Il suo nome deriva da fregola che in veneto significa briciola, ma viene anche chiamata rosegota dal termine rosicchiare, proprio per la croccantezza che la caratterizza. La preparazione è facile e veloce, si gusta con piacere a colazione o a merenda, accompagnata da una tazza di latte o tè, ma può essere anche un dessert dopo cena, servito con un vino dolce.



Ingredienti

per uno stampo di 24 cm

400 g di farina 00 

120 g di zucchero semolato

250 g di panna fresca liquida

una presa di sale

zucchero a velo (opzionale)



Procedimento


Riscaldare il forno a 160°C (statico ventilato). In una ciotola mescolare la farina, lo zucchero e il sale, aggiungere la panna e mescolare con una spatola facendo inumidire tutta la farina. Sfregare poi con le mani fino ad ottenere delle grosse briciole (frègoe). 


Versare il tutto in una tortiera foderata di carta forno, scuotere uniformemente le briciole e pressare delicatamente (senza schiacciare) la superficie. Infornare e cuocere per circa un’ora o fino a quando la Fregolotta non sarà dorata e asciutta, se si scurisce troppo, abbassare la temperatura a 150°C. Servire la torta Fregolotta spezzettata a mano.


Nota


Questa è la ricetta base della tradizione, volendo si può fare la variante con l’aggiunta di aromi: scorza di limone o arancia, vaniglia, oppure erbe aromatiche di vostro gusto.





2 commenti: