Crostata al limone e ricotta semintegrale... Buona Pasqua





Il dolce che amo di più è indubbiamente la crostata, è una vera coccola. Chi mi segue sa già la mia predilezione per la versione con olio, nel mio ricettario ne trovate per tutti i gusti, e comunque le stesse farce, possono essere utilizzate anche per la frolla al burro. La crostata di oggi è una delizia, vi sorprenderà per la rusticità della base e per la golosa delicatezza della farcia. 






Ingredienti
150 g di farina 0 (o tipo 2)
100 g di farina integrale di grano tenero (o tipo 2)
50 g di farina di semola rimacinata
80 g di zucchero di canna chiaro 
80 g di olio e.v.o delicato
2 uova bio (a temperatura ambiente)
un cucchiaino da tè di lievito per dolci
1 cucchiaino di di succo di limone
2 cucchiai di acqua fredda (o liquore al limone)
scorza di limone non trattata (solo la parte gialla)
una presa di sale integrale

Per la farcia
300 ml di latte
10 g di fecola
15 g di farina
70 g di zucchero di canna chiaro
150 g di ricotta
la scorza non trattata di 1 limone (solo la parte gialla)
il succo di 1/2 limone
pinoli q.b.



Procedimento

Per la frolla: frullate le uova con il pizzico di sale, il succo di limone e l’olio a filo, deve risultare un composto cremoso, simile ad una maionese. In una ciotola mescolate le farine e il lievito setacciati, lo zucchero, il sale e la scorza di limone grattugiata, aggiungete il composto frullato, l’acqua e impastate il tutto velocemente. 

Stendete l’impasto e adagiatelo in uno stampo da crostata alzando i bordi. Punzecchiate la base con i rebbi della forchetta e ponete in frigo. L’impasto è abbondante, quello che è avanzato l’ho utilizzato per due crostatine, farcite con una deliziosa marmellata di mandarini.

Intanto preparate la crema al limone: scaldate il latte con la buccia di limone. Lavorate i tuorli con lo zucchero, incorporate le farine setacciate, continuando a frullare, aggiungete al composto un pò di latte caldo filtrato per renderlo più fluido. Versate il composto nel resto del latte e amalgamate bene con la frusta eliminando eventuali grumi, fate addensare la crema. Fuori dal fuoco, mescolate alla crema il succo di limone e fate raffreddare a bagnomaria (sempre mescolando).

Incorporate alla crema la ricotta setacciata e, dopo avere amalgamato bene i due composti, versate nella base della crostata, portate delicatamente i bordi della crostata in avanti fino a toccare la farcia. Decorate la superficie con i pinoli e infornate nel forno preriscaldato a 180°C per 25-28 minuti (o fino a lieve doratura). Fate raffreddare prima di servire e se per caso dovesse avanzare una fettina (ma ho i miei dubbi) conservatela in frigo.










10 commenti:

  1. Una crostata deliziosa, fresca e golosissima !

    RispondiElimina
  2. Molto invitante e golosa questa crostata, complimenti!!!

    RispondiElimina
  3. Bellissima questa crostata! La base con la presenza di farina di semola rimacinata mi piace tanto ed il ripieno deve essere stragoloso.
    Bacioni e buona Pasqua cara.

    RispondiElimina
  4. Ricetta interessante, ma va fatta riposare la frolla in frigo come al solito?
    Si riesce a stendere l'impasto con un matterello?
    Saluti e Buona Pasqua.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Gaetano, se fai tutto velocemente non occorre metterla in frigo prima di stenderla.
      Si stende bene con il mattarello su un foglio di carta forno oppure senza matterello come in questo post: http://www.dipastaimpasta.it/2015/02/crostata-sbriciolata-semintegrale.html
      Prima di farcirla la puoi mettere in frigo circa 15 minuti o più secondo esigenze.
      Fammi sapere se la fai!
      Saluti e Buona Pasqua anche a te. Grazie!

      Elimina
  5. una vera delizia questa crostata!
    tantissimi auguri per una serena Pasqua piena di gioia a te e famiglia
    Alice

    RispondiElimina

Grazie per essere passato/a... se provi le ricette o vuoi un parere, lascia un commento.