Zenzero candito





Oggi insieme a questa deliziosa ricetta vi lascio alcune informazioni utili sullo zenzero (nome latino Zingiber officinale, quello scientifico Rhizoma zingiberis). Tratte dal libro: “Curarsi con lo zenzero”:


lo zenzero è costituito di circa 80% di acqua. Le altre sostanze di cui è composto sono amido, proteine, grassi, fibra,minerali e vitamine soprattutto A e del gruppo B, sostanze aromatiche (per esempio il gingerolo, la componente più importante nel determinare il sapore), coloranti, zolfo e oli essenziali. In totale fino a oggi nello zenzero sono state oltre centosessanta componenti che variano considerevolmente nella loro composizione a seconda della provenienza della pianta.

Lo zenzero contiene anche numerosi sali minerali. 
100 g di zenzero contengono:
17 mg di ferro
97 mg di calcio
10 mg di potassio
130 mg di magnesio
34 mg di sodio
140 mg di fosforo  

Allo zenzero vengono attribuite numerose proprietà farmacologiche tra le quali figurano per esempio le seguenti azioni:

Antibatterica
Antiemetica (contro il vomito)
Antiepatossica (protegge il fegato)
Antiossidante (protegge le cellule dai radicali liberi
Stimolante l’irrorazione sanguigna
Cardiotonica (potenzia l’efficacia delle contrazioni cardiache)
Stimolante la secrezione biliare
Antichinetosica (contro il mal di viaggio o sindrome del movimento)

Alcune delle sostanze attive dello zenzero e i loro effetti terapeutici:

Asparagina (svolge un’azione diuretica)
Borneolo (ha un effetto antidolorifico, antinfiammatorio, antipiretico, epatoprotettore)
Cavicolo (svolge un’azione eccitante, stimolante e antimicotica)
Cimene (svolge un’azione antivirale, antimicotica e immunostimolante)
Cineolo (agisce come antidolorifico, espettorante, antitussivo, antibatterico e antipertensivo)
Cumene (ha un effetto antiallergico e antibiotico)
Curcumina (ha un effetto immunostimolante, epatoprotettore, riduce il colesterolo, stimola la secrezione della bile e degli enzimi pancreatici, allontana gli insetti, tonifica la pelle)
Diidrogingerolo (ha un effetto epatoprotettore e antinfiammatorio)


Ricapitolando, si può dire che lo zenzero stimoli tutte le funzioni dell’organismo e che favorisca l’eliminazione delle scorie; nel caso di un’alimentazione sbilanciata lo zenzero tende a ristabilire l’equilibrio dei nutrienti; in generale aiuta a migliorare la qualità della vita e a potenziare l’energia vitale.



Zenzero candito
(Ricetta adattata da qui)
Ingredienti
160 g di zenzero fresco
160 g di zucchero di canna chiaro bio


Procedimento

Sbucciate lo zenzero con un pelapatate, tagliatelo a bastoncini (oppure a fettine o a cubetti) mettetelo nella pentola a pressione coperto di acqua e fate cuocere per 20 minuti (40 minuti con cottura classica). 

Passate lo zenzero in un colino (mettete da parte l’acqua di cottura) e versatelo in una tegame antiaderente, aggiungete lo zucchero, fate cuocere fino a doratura, aggiungete 2 cucchiai di acqua di cottura (fate attenzione perchè potrebbe schizzare) mescolate bene fino a quando il liquido non è del tutto evaporato. 

Versate lo zenzero ancora caldo su un foglio di carta forno cercando di separate i bastoncini con una spatola, fate raffreddare e invasate in barattoli di vetro. 


Nota

La rimanente acqua di cottura ripassatela nel tegame con i residui di zucchero aggiungendo anche i granelli che restano sulla carta forno. Potete utilizzare questo infuso per delle tisane (attenzione è molto concentrato), sarà ottimo diluito con acqua e succo di limone.






Nessun commento:

Posta un commento

Grazie per essere passato/a... se provi le ricette o vuoi un parere, lascia un commento.