Risotto al nero di seppia



Un piatto tradizionale della cucina siciliana Orientale. A prima vista il colore che assume la pietanza, potrebbe suggestionare, in realtà superato il primo impatto, avrete modo di apprezzare una prelibatezza culinaria insolita, ma di notevole gusto.




Ingredienti
350 g di seppie
280 g di riso carnaroli
brodo di pesce (o vegetale)
½ bicchiere di vino bianco
150 g di polpa di pomodoro
1 cipolla
1 spicchio di aglio
nero di seppia
prezzemolo
olio e.v.o
sale
pepe



Procedimento

Pulite le seppie, staccate la testa, eviscerate, asportate l’osso facendo attenzione a non rompere la sacca d’inchiostro nero, eliminate gli occhi, il becco e la pelle. Sciacquate bene le seppie sotto l’acqua corrente e tagliatele a fettine sottili.

In un tegame, fate appassire la cipolla con l’aglio intero, versate le seppie e una volta rosolate, eliminate l’aglio, spruzzate il vino e fate evaporare completamente, aggiungete il pomodoro, il sale, il pepe, se necessario aggiungete un pò di brodo caldo e lasciate cuocere con il coperchio per una ventina di minuti. Mettete da parte i tentacoli cotti (serviranno per decorare il piatto).
Versate il riso nel tegame delle seppie, fate tostare, aggiungete il brodo caldo un pò alla volta fino ad assorbimento, ma senza farlo asciugare troppo (altrimenti la cottura del riso non sarà omogenea). A metà cottura versate il nero di seppia contenuto nelle sacche (io ne ho utilizzate due, ma per un sapore più delicato ne basta una). Portate a cottura il risotto, regolate di sale e pepe e lasciate riposare coperto per 2 minuti. Decorate il piatto con i tentacoli tenute da parte e prezzemolo tritato.




4 commenti:

  1. Mi riprometto sempredi provare il risotto al nero di seppia e dopo questa visione non posso piu rimandare deve essere sublime!! Un bacione grandeeee,
    Imma

    RispondiElimina
  2. Il nero di seppia, nella pasta così come nel risotto, è una cosa che non ho ancora deciso se amare o odiare. Quando la vedo dico ma perché mangiare sta cosa nera che fa senso, che ti sporca tutti i denti e non solo, poi però lo mangio e decido che lo amo!

    Marco di Una cucina per Chiama

    RispondiElimina
  3. Ciao sara! che piatto...ho sempre avuto un debole per nero di seppia...bravissima!

    RispondiElimina
  4. ma sai che non l'ho mai preparato, mangiato si ma al ristorante! ora però con la tua ricetta posso rimediare!
    baci
    Alice

    RispondiElimina

Grazie per essere passato/a... se provi le ricette o vuoi un parere, lascia un commento.