Pane semintegrale con lievito madre a lenta lievitazione


Buono nelle zuppe o bruschettato con un filo di buon olio, buono anche con un velo di marmellata…  Queste sono alcune delle buone ragioni per le quali ho ricominciato a panificare. Quello di oggi è un pane semplice a lenta maturazione, lo preferisco perchè più leggero e per giunta anche più pratico, ”impasti, metti in frigo e inforni il giorno dopo”. Per formarlo ho seguito i passaggi fotografici di Barbara, mi aveva tanto incuriosito il suo bel pane… Ottimo risultato sia nella forma che nel sapore.




Ingredienti
500 g di farina 0 bio
100 g di farina integrale bio
70 g di manitoba bio
100 g di lievito madre (oppure 1,5 g di lievito di birra secco)
430-450 g di acqua del rubinetto (o quella che assorbe la vostra farina)
1 cucchiaino di zucchero di canna bio (o malto o miele)
5 g di sale (potete aumentare a 8 g secondo i gusti)
farina di semola per lo spolvero



Procedimento

In una ciotola (o nella planetaria) mettere le farine setacciate, aggiungete il lievito madre rinfrescato la sera prima, lo zucchero e l’acqua a filo (la quantità che assorbe la vostra farina), amalgamate un pò, aggiungete il sale e rovesciate l’impasto sul piano di lavoro infarinato, continuate a lavorare l’impasto fino a renderlo liscio ma morbido, fate un paio di pieghe a libro  (o a tre). Rincalzate con le mani ruotando fino a darle una forma tonda (pirlatura). Riponetelo in una vaschetta con chiusura ermetica unta d'olio, ungete anche la superficie dell’impasto e coprite ermeticamente.

Lasciate maturare l'impasto in frigo per 24 ore.

Fate acclimatare. Ribaltate delicatamente l’impasto sul piano di lavoro infarinato con farina di semola, dividetelo in due pezzi, allargate ogni pezzo delicatamente con le mani fino a farne un quadrato, forma i filoni seguendo i passaggi fotografici di Barbara. A questo punto ho rivoltato i due filoni (lasciando la chiusura delle pieghe sotto) in una placca da forno cosparsa di semola, cospargete di semola anche i filoni. Con una lama affilata fate dei tagli profondi 1 cm, coprite con un strofinaccio pulito e lasciate lievitare per circa 30 minuti.

Intanto preriscaldate il forno a 240°C (funzione statica), con dentro un pentolino di acqua bollente (o spruzzate dell’acqua nelle parete del forno). Infornate e lasciate cuocere per 15-20 minuti. Abbassate la temperatura a 220°C e lasciate cuocere per altri 15 minuti (se si colorisce troppo coprite i filoni con un foglio di alluminio). Infine abbassate a 200°C per altri 10 minuti aprendo leggermente la fessura del forno. Sfornate il pane, adagiatelo su una griglia e lasciate raffreddare del tutto prima di tagliarlo.







12 commenti:

  1. semplicemente delizioso...complimenti!
    bacio

    RispondiElimina
  2. Che meraviglia, sembra di sentirne il profumo appena sfornato. Un bacio, buona giornata

    RispondiElimina
  3. Io sto panificando da qualche mese con la pasta madre.. e ne sono fiera! Questi filoni ti son venuti benissimo...smackkk

    RispondiElimina
  4. Anche io sono un'appassionata di pasta madre, mi piace questo idea della lievitazione lenta e mi incuriosisce questa chiusura ermetica. Voglio proprio provare!

    RispondiElimina
  5. Tesoro questo pane é buono sempre in ogni salsa anche da mangiare cosi senza niente perché quando il pane è buono come questo é sempre un piacere assaporarlo!! Un bacione, Imma

    RispondiElimina
  6. Sara è fa vo lo so, sei bravissima!!! lo segno!! buona serata! <3

    RispondiElimina
  7. Complimenti, sono bellissimi e ben alveolati!! :)

    RispondiElimina
  8. è un bijoux, lo devo fare!!!!!

    RispondiElimina
  9. Ho iniziato a panificare da poco e ho ancora tanto da imparare. Salvo la tua ricetta e cercherò di ripeterla appena possibile.
    A presto

    RispondiElimina
  10. Ciao Sara!

    Approdo in questo tuo bellissimo spazio e rimango incantata dalle tue preparazioni :)))))
    Il pane è la mia passione, e i tempi della lievitazione naturale sono il mio rifugio in un mondo che corre senza meta...

    Bellissimi questi filoncini semintegrali che vorrei impastare anche stasera stessa.
    Un solo dubbio mi viene.
    Dopo aver fatto la formatura a filone, sono sufficienti i 30 minuti di lievitazione prima di infornare??
    O devo aspettare che si avvicini al raddoppio?

    Ti ringrazio anticipatamente del tempo che mi dedicherai per la risposta.
    Un caro saluto insieme all'augurio di un sereno fine settimana! :))))))))

    A presto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Emmettì, ti ringrazio per i complimenti, sei gentile!
      30' per me sono bastati, ma dipende dalla temperatura che si ha in casa, puoi anche tenerli un pò di più ma senza esagerare. Fammi sapere come ti vengono; aspetto i tuoi risultati! Un caro saluto anche a te :)

      Elimina

Grazie per essere passato/a... se provi le ricette o vuoi un parere, lascia un commento.