Quiche Vignarola



La Vignarola è una ricetta tipica romana, io l’ho adattata e trasformata in una quiche, ho preferito fare la versione vegetariana, ho omesso la pancetta ed aggiunto dei formaggi adeguati a questa preparazione. La variante è stata molto apprezzata più della stessa Vignarola. Consiglio di non perdervi questa nuova versione di un piatto primaverile e tradizionale della cucina romana.



© Quiche Vignarola

Ingredienti
Per una teglia di 27 cm Ø
Per la pasta brisè all’olio e.v.o
250 di di farina 0
50 g di olio e.v.o
120 g di vino bianco freddo
5 g di lievito in polvere per salati
sale integrale (io ne metto poco, regolatevi con i vostri gusti) 


Procedimento

Versate in una ciotola la farina e il lievito setacciati, aggiungete tutti gli ingredienti, impastate fino a ottenere un impasto liscio ed elastico, avvolgetelo nella pellicola, mettetelo in frigo e fate riposare per almeno 30 minuti. Stendete la pasta in una teglia da crostata, alzate i bordi e bucherellate la base con i rebbi della forchetta. Fate riposare in frigo mentre preparate il ripieno.


Per il ripieno 
Ingredienti
2 carciofi (o 3 piccoli)
150 g di fave fresche sbucciate
150 g di piselli surgelati
100 g di scamorza o fontina
100 g di ricotta
1/2 cespo di lattuga romana
mentuccia romana ed erbe aromatiche miste
2 uova bio
2 cipollotti freschi
prezzemolo
limone
olio e.v.o
sale/pepe


Procedimento

Pulite dalle foglie dure e dalle barbe interni i carciofi, tagliateli a spicchietti e immergeteli in acqua e limone. In una padella mettete i cipollotti, qualche cucchiaio di acqua e l’olio, versate in ordine di cottura e a distanza di pochi minuti uno dall’altro: i carciofi ben sgocciolati, la mentuccia, le erbe aromatiche, sale e pepe e un mestolo di acqua, fate cuocere per alcuni minuti, aggiungete le fave, i piselli e la lattuga tagliata a listarelli. Fate stufare fino a completa cottura delle verdure facendo restringere il liquido (per la quiche le verdure servono quasi asciutti, non devono inumidire il guscio di brisè), aggiungete il prezzemolo tritato, togliete dal fuoco e fate raffreddare. In una ciotola amalgamate ricotta e uova, mescolate alle verdure fredde, aggiungete il formaggio a cubetti, mescolate ancora e versate nel guscio di brisè preparato precedentemente. Infornate a 200°C per 30 minuti circa.


                                   

35 commenti:

  1. Sono romanae non conoscevo questa ricetta??? o mamma mia!!!! ottima davvero.. baci e buon lunedì .-)

    RispondiElimina
  2. idem come sopra, so romana e non la conoscevo ma rimedierò "copiandola"...che tonta che sò! Un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  3. La vignarola autentica non l’ho mai mangiata ma il mix di fave, piselli e carciofi sì e l’adoro ^_^ Dev’essere favolosa questa quiche, una gustosissima e ricca versione tutta primaverile. Un bacione, buona settimana

    RispondiElimina
  4. Ciao Sara, mi credi se ti dico che mi hai fatto venire fame ?? La devo provare. Come devo provare la brisè con l'olio. Un bacione e buona giornata.
    P.S. Foto da paura, come sempre !

    RispondiElimina
  5. ma che carina l'idea di incartarla in un guscio di brisè!!!!
    baci e buona settimana
    Alice

    RispondiElimina
  6. bellissima vorrei farla troppo invitante brava!
    Buon lunedì bacioni

    RispondiElimina
  7. Mamma mia che meraviglia... sembra davvero ottima!!!!

    RispondiElimina
  8. Ciao, bellissima questa quiche: una base diversa con il vino ed una farcia tutta di stagione, delicata e fresca allo stesso tempo! Te la compiamo quanto prima!
    baci baci

    RispondiElimina
  9. Che bella questa quiche: me la mangerei tutta!

    RispondiElimina
  10. Mi piace molto la vignarola e l'idea di farne un ripieno per una quiche mi piace molto.

    RispondiElimina
  11. Va be questa sarà mia quanto prima mi ha conquistata al primo sguardo davvero favolosa!!!baci,Imma

    RispondiElimina
  12. per assicurarti che io non mi perda questa prelibatezza che ne dici di mandarmene una fettona abbondante'. Baci

    RispondiElimina
  13. E chi se la perde una bontà del genere? Io la provo, stò uscendo per la spesa e prendo quel che manca! Un bacione

    RispondiElimina
  14. Non conosco la vignarola, ma questa torta salata mi fa venire voglia di provarla!

    RispondiElimina
  15. Adoro le quiche, soprattutto con le verdure. Di questa mi piace molto anche la brisè light, senza colesterolo, prendo un appunto!
    A presto, ti abbraccio!

    RispondiElimina
  16. non la conosco, ma sembra squisita...

    RispondiElimina
  17. Ma graaaazieee! non conoscevo la Vignarola romana! Ammazza che bona!
    Nononò... la pasta brisè non la compro, piuttosto aspetto il giorno in cui ho tempo e faccio la tua versione all'olio.... Haaaaoooo! ma che stai a scherza'? Ma vuoi mettere?
    Ma con la Vignarola romana ci si può condire anche la pasta? Te lo chiedo perchè ne posso mangiare solo 70 grammi e sono sempre a caccia di condimenti che riempiano il piatto... carciofi, piselli, fave... gnaaam!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si certo Barbara, si può condire la pasta o fare o un risotto o una zuppa o si gusta semplice con un buon pane casereccio... a te la scelta! ;-)

      Elimina
    2. Gajarda 'sta Vignarola! Ma com'è che quanno i romani so' stati qua hanno lasciato un arco, un ponte, un anfiteatro... e non hanno lasciato 'sta ricettaaaa? Je possino!
      Per fortuna ci sei tu :-)

      Ti abbraccio tanto tanto!

      Elimina
    3. Perchè erano dei gran para.... le cose bone nun se potevano lassà ;-)

      Ti abbraccio tantissimo Barbara!

      Elimina
    4. Ah ah ah! Beh dai, ci hanno insegnato a fare il pane azzimo. Se abbiamo la piadina romagnola lo dobbiamo a loro ;-)

      Elimina
  18. Non conosco questo piatto, la Vignarola, per cui non so paragonarla con la tua versione. Però, a me la quiche piace! Quindi voto con tutte e due le mani alzate per questa tua versione originale di Vignarola.
    Bravissima!!

    RispondiElimina
  19. ma è buonissima.. sottoforma di quiche spettacolare, con quel ripieno di verdure legumi e ricotta! la brisè così leggera non la conoscevo, da provare!! brava

    RispondiElimina
  20. Buona ... anzi buonissima !! Ha un aspetto delizioso ... ti ho scoperta per caso e mi sono unita ai tuoi followers ... Alla prossima :) Carolina

    RispondiElimina
  21. che meraviglia, poi le foto son sempre così belle che rendono molto bene l'idea della bontà

    RispondiElimina
  22. meravigliosa e raffinata complimenti

    RispondiElimina
  23. ciao sara mai sentita nemmeno questa, cque bella, saporita e rustica,complimenti, grazie per la ricetta baci rosa, buona giornata...

    RispondiElimina
  24. Ciao, passo per invitarti al mio nuovo contest sulla cucina al microonde!

    http://panperfocaccia-grianne.blogspot.it/2012/05/contest-cucina-al-microonde-con-lekue.html

    Buona serata!
    Cristina

    RispondiElimina
  25. Conosco la vignarola ma non l'ho mai assaggiata.....mi piace molto la tua versione-torta!!!

    RispondiElimina
  26. Ingredienti gustosissimi, verdure di stagione e poi c'è il rocco della scamorza che mimpiace tanto... Una quiche da provare assolutamente!!!

    RispondiElimina
  27. adoro la vignarola! io l'ho adattata alla pasta, esattamente con delle tagliatelle fatte in casa, che delizia!
    l'adattamento a quiche è ottimo, lo adotto anch'io :)
    buon we

    RispondiElimina
  28. Non conoscevo questa ricetta, é gustosissima!
    Le foto mi invogliano a provarla :)
    Buona serata

    RispondiElimina
  29. Deliziosa mi piace questa versione quiche della vignarola...
    Sara' che mi piace molto la vignarola..
    A presto Alessandra

    RispondiElimina

Grazie per essere passato/a... se provi le ricette o vuoi un parere, lascia un commento.